Incendio ad Apricena: distrutti capannoni della ditta “Fratelli Pisani”

L'incendio potrebbe essere di natura dolosa o provocato dal fuoco delle stoppie accese in un campo adiacente oppure. Ingenti i danni, si parla addirittura di alcuni milioni di euro

Intervento Vigili e Carabinieri

Alle prime luci dell'alba un incendio ha distrutto i capannoni della “Fratelli Pisani S.n.c.”, ingrosso di casalinghi situato ad Apricena sulla statale 89 al km 9,6. in direzione di San Severo.

Ingenti i danni, si parla addirittura di alcuni milioni di euro.

Il sindaco e l’amministrazione comunale della città del marmo e della pietra, hanno espresso la loro vicinanza ai titolari e ai dipendenti dell’azienda.

Siamo solidali con questa famiglia di imprenditori e di persone per bene di Apricena che con tanto sacrificio e in 30 anni di lavoro ha messo in piedi un’azienda di fondamentale importanza per il nostro territorio”.

In momenti come questo – sottolinea Potenza – è importante far capire a chi si trova in difficoltà che può contare sul supporto totale delle Istituzioni”.

Adesso bisogna camminare a fianco di questi nostri fratelli apricenesi”, prosegue il sindaco. “Il Comune si impegna sin da ora – aggiunge – a mettere in campo qualsiasi iniziativa per aiutare la
famiglia Pisani e gli operai a far ripartire l’ attività imprenditoriale, che tanto lustro ha dato alla nostra Città e a tutto il territorio”.

L’incendio potrebbe esser stato provocato dal fuoco delle stoppie accese in un campo adiacente. Non si esclude l'origine dolosa del rogo. Sul luogo sono intervenute alcune squadre dei Vigili del Fuoco di Foggia e di San Severo, oltre che i carabinieri.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento