menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Antonio Francavilla

Foto di Antonio Francavilla

Nei vicoli di San Marco in Lamis si simula l’orrore della Shoah

Una ventina di ragazzi, guidati dall'artista garganico Michele Tancredi, hanno ripercorso la crudeltà e l'efferatezza dell'olocausto

Nella ‘Giornata della Memoria’ San Marco in Lamis ha ripercorso l’orrore della Shoah attraverso la simulazione della deportazione degli ebrei organizzata dall’artista garganico Michele Tancredi.

Una ventina di ragazzi, in uno scenario surreale bagnato da una leggera pioggerellina, come in un set cinematografico, hanno rivissuto gli anni più bui dello scorso secolo, simulandone la crudeltà e l’efferatezza dell’olocausto.

Con compostezza e coraggio, pur consapevoli del profondo dramma che continua a scuotere le coscienze dei ragazzi di ogni generazione, i protagonisti, accompagnati dalle mamme, sono scoppiati in lacrime, così come, nei vicoli del paese, sorprese e attonite, hanno fatto le signore anziane.  

All’evento hanno partecipato gli attori della compagnia teatrale "Li Voce de Jinte" e i “Diavoli del Gargano - Soft Air Team”, oltre al gruppo dei volontari della Protezione Civile ‘Arcobaleno’

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento