rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Cerignola

Gemelline scomparse, Matthias Kasper Schepp: “Ho ucciso le bambine”

Nell'ultima lettera giunta a Saint-Sulplice a Irina Lucidi, il 44enne svizzero suicida a Cerignola confessa di aver ammazzato le bambine senza che queste abbiano però sofferto

Tragico epilogo nella vicenda delle gemelline scomparse. Potrebbero non essere più tra noi Alessia e Livia, le gemelline rapite dal padre suicida, il 44enne Matthias Kaspar Schepp. Le speranze degli investigatori e della madre Irina Lucidi di ritrovarle vive si sono ridotte al lumicino. Probabilmente soltanto perché, come ha affermato la madre delle due gemelline in tv, la speranza è sempre l’ultima a morire.

La lettera giunta a Saint-Sulpice inviata dall’uomo prima di morire contiene una dichiarazione scioccante e che non lascia scampo: "Le bambine riposano in pace, non hanno sofferto". Il testo della missiva è ancora più agghiacciante quando l’uomo scrive chiaramente di aver ucciso le figlie e di trovarsi a Cerignola per ammazzarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gemelline scomparse, Matthias Kasper Schepp: “Ho ucciso le bambine”

FoggiaToday è in caricamento