Cronaca San Severo

Da Chiavenna a San Severo con 86mila litri di gasolio rubato: sette arresti

Si tratta dei cerignolani Pasquale Mazza, Ippolito Francesco e Gioacchino Capocefalo; del sanseverese Rocco Ciccone e degli andriesi Riccardo Fucci, Leonardo Piccininno e Umberto Vurchio

Tre andriesi, un sanseverese e tre cerignolani. Sette in tutto le persone fermate poiché indiziate di aver ricettato 86mila litri di gasolio rubato. La caccia ai sette soggetti è partita da una segnalazione dei carabinieri della compagnia di Chiavenna, che ai colleghi del comando provinciale di Foggia, riferivano di un furto avvenuto presso i depositi della Oil Service Srl e che la destinazione finale della merce, appunto gli 86mila litri di gasolio, sarebbe stata la Capitanata.

Veniva predisposto, pertanto, un mirato servizio di osservazione e di controllo lungo le principali arterie stradali, che sulla Statale 16 permetteva di intercettare, all’altezza di Poggio Imperiale, una colonna composta da due Fiat Multipla seguite, a breve distanza, da due autocisterne identiche a quelle utilizzate nella notte per asportare e successivamente trasportare l’ingente quantitativo di gasolio.

I militari dell’Arma decidevano di pedinare i mezzi, che allo svincolo per San Severo Sud svoltavano in una strada interpoderale in direzione del centro abitato, dove ad attenderli c’era una Fiat Doblò, Dopo il saluto a colpi di clacson, in segno di successo, le tre auto e i due tir si dirigevano in un deposito ubicato in Contrada Schiavetta. Qui gli uomini in divisa facevano irruzione e bloccavano i sette malfattori dopo un tentativo di fuga non riuscito.

Gli immediati accertamenti permettevano di confermare sia che le due cisterne fossero identiche per forma e calcomanie adesive laterali a quelle ritratte nelle due istantanee fotografiche estrapolate da un impianto di video sorveglianza ubicato nei pressi del deposito di Mantello, sia che il quantitativo di gasolio denunciato quale provento di furto fosse identico a quello presente nelle cisterne.

I fermati, inoltre, non avevano al seguito la prevista documentazione amministrativa attestante la movimentazione del carburante. I predetti venivano, pertanto, dichiarati in stato di fermo ed associati alla casa circondariale di Foggia.

Si tratta di Pasquale Mazza, Ippolito Francesco e Gioacchino Capocefalo, cerignolani di 49, 50 e 41 anni. Rocco Ciccone, 45enne di San Severo e degli andriesi Riccardo Fucci, Leonardo Piccininno e Umberto Vurchio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Chiavenna a San Severo con 86mila litri di gasolio rubato: sette arresti

FoggiaToday è in caricamento