Piazzano esplosivo e fanno saltare bancomat: danni alla struttura, bottino da quantificare

A Cerignola i malviventi hanno fatto saltare in aria lo sportello bancomat della BCC di Canosa e Loconia utilizzando gas acetilene. Sul fatto indaga la polizia

Furto con esplosivo al bancomat della BCC

E’ ancora da quantificare il bottino del furto con esplosivo messo a segno all’alba di oggi, a Cerignola. Nel mirino dei malviventi, questa volta è finita la filiale della Banca di Credito Cooperativo di Canosa e Loconia, nei pressi della villa comunale.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti del commissariato di Cerignola, incaricati delle indagini del caso, i malviventi hanno fatto saltare in aria lo sportello bancomat utilizzando gas acetilene, un gas potentissimo che ha sventrato lo sportello automatico e creato notevoli danni alla struttura. I malviventi sono fuggiti portando via un cassetto contenente banconote da 50 euro.

Il resto del denaro contenuto nella cassa è stato trovato a terra: la maggior parte delle banconote erano danneggiate da bruciature e dal dispositivo macchia-soldi. Sull'accaduto indaga la polizia che sta recuperando i filmati delle telecamere della zona. Secondo alcune indiscrezioni, ad agire sarebbe stato un commando di quattro persone, fuggito a bordo di un'Audi nera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento