Cronaca San Giovanni Rotondo

Una carrozza, sei cavalli con i pennacchi e la banda: bella la vita che se ne va…

Il funerale sui generis è stato celebrato a San Giovanni Rotondo. La signora Cisternino, di 95 anni, ha ricevuto lo stesso funerale del marito. Il video nel servizio di TvGargano.it

Sembrava di essere in una pellicola di Fellini o di rivivere i versi de ‘Il Carrozzone’ di Renato Zero. In un’atmosfera d’altri tempi appunto. Il funerale di una 95enne celebrato sabato scorso a San Giovanni Rotondo non è passato inosservato. Pochi parenti e tanti curiosi hanno accompagnato il feretro della defunta sistemato in una carrozza del 1800 trainata da sei cavalli con i pennacchi, con tanto di banda musicale al seguito.

Un funerale sui generis che ha richiamato l’attenzione dei passanti e degli abitanti delle vie interessate dal percorso che ha portato la salma nella centralissima chiesa di San Giuseppe Artigiano. Un evento apparentemente sfarzoso, carico però di significati e di valori.

La signora Cisternino è passata a miglior vita così – lasciando il segno - esattamente come fece suo marito, morto cinque anni fa. Benestante, senza figli e con due nipoti, prima di morire la novantacinquenne della città di San Pio aveva espresso la volontà di ricevere lo stesso funerale del marito. Ed è stata accontentata. Bella la vita che se ne va…

IL VIDEO DEL FUNERALE DI TVGARGANO.IT

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una carrozza, sei cavalli con i pennacchi e la banda: bella la vita che se ne va…

FoggiaToday è in caricamento