Cronaca Centro - Piazza Giordano / Corso Benedetto Cairoli

Eliminato il cordolo spartitraffico di Corso Cairoli, su ordinanza di Landella

Mongelli: “Un brutto segnale, un voler tornare indietro su una scelta di mobilità urbana sostenuta anche da Cicloamici”. L’ordinanza sindacale parla di “problemi di sicurezza”

Foggia. All'alba il cordolo spartitraffico di Corso Cairoli è stato eliminato. Unico argine alla sosta selvaggia nella centralissima arteria cittadina, è stato rimosso in poco più di 24 ore su ordinanza del neosindaco di Foggia, Franco Landella, che ha inviato sul posto, di buon mattino, una squadra di operai comunali. Ma quali sono le ragioni che sottendono un simile provvedimento? Perché eliminare quell'unico dissuasore alla sosta ed al traffico selvaggio in una zona centralissima e trafficata come Corso Cairoli?

La decisione di istituirlo risale a tre anni fa circa, amministrazione Mongelli, che ridusse così ad una sola corsia l'arteria, riservando un passaggio preferenziale agli autobus. L'ex sindaco di centrosinistra non si capacita del provvedimento, che definisce un "brutto segnale", "un voler tornare indietro - dichiara a Foggiatoday - su una scelta di mobilità urbana che all'epoca venne sostenuta anche Cicloamici. Ma è peggiorativo anche il modus operandi che manca di condivisione con la città".

La volontà di eliminarlo Landella pare l'avesse espressa già in campagna elettorale. Generica la spiegazione ufficiale contenuta nell'ordinanza sindacale che farebbe riferimento a non meglio specificati "problemi di sicurezza". Ma quali? Sul tema le tesi divergono. Chi chiama in causa le ambulanze: quel tipo di spartitraffico creerebbe non pochi problemi ai mezzi di soccorso che si ritroverebbero spesso e volentieri impantanati nel traffico, impossibilitati a qualsivoglia tipo di manovra.

Chi, invece, nel fulmineo provvedimento legge un accoglimento delle istanze dei commercianti della zona, ai quali la presenza di quella lunga lingua gialla, che dissuade dal parcheggiare nei pressi, non sarebbe mai andata giù. Nell'area insistono una nota farmacia, un bar ed alcuni negozi di abbigliamento ed accessori. Come che sia, il dado è tratto.

Non resta che far leva sulla disciplina degli automobilisti e sul controllo da parte dei garanti dell'ordine stradale. I vigili urbani, per intenderci, sempre poco visti però in quella zona. Ci saranno pattuglie dedicate all'area? Quali contromisure sono state immaginare per sopperire all'assenza del cordone? Non è dato sapere, al momento. Difficile anche contattare il sindaco, in queste ore a Bari - fanno sapere dall'ufficio stampa - per altri impegni istituzionali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eliminato il cordolo spartitraffico di Corso Cairoli, su ordinanza di Landella

FoggiaToday è in caricamento