menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manfredonia, beni confiscati alla criminalità al servizio della comunità

L'Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla mafia ha destinato al comune sipontino ,un appartamento a uso stagionale con posto auto e una villa con due unità abitative

Rappresentano i simboli di una città impegnata in prima linea nella lotta alla criminalità: sono i due beni che l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla mafia ha destinato al Comune di Manfredonia. A far visita ai due immobili, un appartamento a uso stagionale con posto auto e area di pertinenza e una villa con due unità abitative e annessa area di pertinenza, c’erano il sindaco  Angelo Riccardi e l’assessore alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla.

L’importanza del riutilizzo sociale dei patrimoni recuperati alle mafie risiede nel suo forte contenuto etico, culturale ed economico – ha affermato ancora il sindaco Riccardi - La lotta alle varie forme di criminalità e illegalità necessita non solo di interventi repressivi, ma anche di azioni preventive. E i beni confiscati possono diventare segni tangibili di comunità libere dalle mafie”.

Dei due stabili assegnati al Comune di Manfredonia, ci stiamo attrezzando a trasformare quello già in nostro effettivo possesso in un’area polivalente di pronta emergenza sociale, a sostegno di persone senza fissa dimora, di immigrati o di soggetti fragili - ha spiegato l’assessore Cascavila - Con un uso sempre provvisorio, di emergenza, appunto. Per il secondo, invece, sono al vaglio diverse proposte. È importante sottolineare l’uso sociale e produttivo dei beni confiscati come segnale di speranza per le nostre comunità, e soprattutto per i giovani. In questi spazi i valori di convivenza civile e di lotta alla mafia confluiranno in quelli di solidarietà e di aiuto reciproco”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento