Ascoli: minacce a imprenditore di San Benedetto del Tronto, denunciati

Un uomo originario di Foggia e il complice avrebbero dovuto riscuotere 20mila euro per conto di un ascolano. Avrebbero picchiato, derubato e minacciato un imprenditore di San Benedetto del Tronto

Pattuglia della Polizia

La Squadra Mobile di Ascoli e il commissariato di San Benedetto del Tronto hanno denunciato tre persone, tutte residenti ad Ascoli, con l'accusa di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone. In particolare due di loro, con minacce e altre azioni intimidatorie, avrebbero chiesto una somma di denaro, per conto di un ascolano, anche lui denunciato, a un imprenditore di San Benedetto in debito nei confronti del mandante. Un debito risalente a qualche anno fa e per il quale è in corso una causa civile davanti al Tribunale di Ascoli.

Non avendo più la pazienza di attendere l'esito del procedimento, secondo quanto riferito nel corso di una conferenza stampa dal capo della Mobile Maurilio Grasso e dal responsabile del commissariato di San Benedetto, Filippo Stragapede, i due incaricati di recuperare il credito avrebbero messo in atto una serie di azioni intimidatorie nei confronti del sambenedettese, titolare di una ditta di noleggio di slot machine.

L'avrebbero picchiato e minacciato, mostrandogli una pistola al grido "ti spariamo alle gambe". Si sarebbero fatti consegnare, in attesa dei pretesi 20 mila euro, la sua automobile e facendogli acquistare cambiali per un controvalore di 8.000 euro. In vista di un appuntamento concordato per la consegna dei soldi la vittima ha denunciato il fatto alla polizia ed è partita l'indagine.

In occasione dell'incontro fissato per lo scorso 7 ottobre per la consegna di 3.000 euro, è scattata la trappola in un bar di Castorano dove sono state fermate le due persone alle quali la vittima aveva dovuto consegnare i soldi.

Si tratta di G.L., 34 anni, originario di Foggia e residente ad Ascoli, F.L. 33 anni di Ascoli, entrambi con precedenti di polizia. Denunciato anche il mandante, G.N. un ascolano di 53 anni con precedenti per reati contro la persona. (ANSA)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento