menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo gli arresti arrivano le condanne, quasi tre anni a testa per ricettazione e reati contro il patrimonio: in carcere due pregiudicati

Con il passaggio in giudicato delle rispettive sentenze di condanna, si è definitivamente conclusa la vicenda processuale dei un 37enne foggiano e di un 31 cerignolano, tradotti in carcere dai Carabinieri

I Carabinieri del Comando Provinciale CC di Foggia hanno dato esecuzione, nelle ultime 24 ore, a due distinti ordini di carcerazione per reati vari, in relazione ad autonomi provvedimenti restrittivi emessi nei loro confronti dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Foggia, traducendo così in carcere i relativi destinatari.

In particolare, sono stati i Comandi Arma di Foggia e Cerignola ad eseguire gli arresti nei riguardi di due ultratrentenni, entrambi pregiudicati e senza un’occupazione, nell’ambito del territorio della Capitanata e precisamente: a Foggia i militari hanno arrestato e portato in carcere un 37enne, già sottoposto alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, per un cumulo pene (in prevalenza per reati contro il patrimonio) che ha determinato una pena definitiva residua di quasi 3 anni (2 anni e 11 mesi esattamente); a Cerignola i militari hanno invece arrestato e portato in carcere un 31enne per una condanna definitiva per ricettazione. L’uomo dovrà scontare una pena definitiva di 2 anni e 8 mesi.

Con il passaggio in giudicato delle rispettive sentenze di condanna, si è quindi definitivamente conclusa la vicenda processuale dei due ultratrentenni, che si sono così visti “spalancare” le porte della Casa Circondariale di Foggia tradotti dai Carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento