menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Deu è pronto ma ha bisogno del certificato di agibilità

Ieri dal policlinico Riuniti di Foggia è stata fatta la determina per il pagamento al Comune di Foggia dei diritti di segreteria Suap e Sue di 1000 euro

Sbloccata, finalmente, o almeno si spera, la pratica Deu. Per poter attivare il nuovo plesso ospedaliero dell'emergenza urgenza, i cui lavori sono definitivamente terminati, occorreva infatti il pagamento di 1000 euro per i diritti di segreteria Suap e Sue, propedeutico al rilascio del certificato di agibilità da parte del Comune di Foggia.

Operazione, quest'ultima, compiuta con la determina 3806 del 10 novembre 2020 (ieri) da parte del direttore di area gestione tecnica dell'azienda ospedaliera del policlinico Riuniti, l'ing. Luigi Borrelli.

Rimandati di qualche giorno i primi trasferimenti dagli ambulatori e uffici amministrativi. Incertezza sui tempi di trasferimento dei degenti nella nuova e moderna struttura provvista di 250 posti letto.

"Incredibile ma vero, non c'è ancora il certificato di agibilità, il che è di particolare gravità in quanto rischia di allungare i tempi per l'utilizzo dell'immobile, salvo a metterlo in funzione violando le normative vigenti con assunzione di responsabilità da parte del direttore generale e della dirigenza aziendale interessata" il commento di Maria Rosaria Castrignanò.

Per la responsabile della sezione foggiana del tribunale dei diritti del malato "la gravità è legata soprattutto all'eventuale mancato utilizzo dei posti di terapia intensiva, oggi più che mai necessari per far fronte all'afflusso di pazienti gravi, oltre al fatto che è inammissibile che un finanziamento di 65 milioni di euro del 2007, dopo oltre 13 anni non abbia prodotto i servizi per i quali è stato erogato!"

Da qui la richiesta al sindaco Landella di adoperarsi per il rilascio immediato del certificato di agibilità.

Proprio nella giornata di ieri Rosa Barone aveva chiesto come mai il Deu non fosse entrato ancora in funzione, denunciando tra l'altro giornate intere di attesa dei pazienti al pronto soccorso prima del ricovero: "Non possiamo continuare a ricevere segnalazioni di cittadini esasperati dalle lunghe attese al Pronto Soccorso. La direzione generale del Riuniti a loro deve una risposta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pio e Amedeo non l'hanno presa bene: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto". Selvaggia Lucarelli: "Studiate"

Attualità

Pio e Amedeo tacciati di "superficialità" dalla comunità ebraica. Battute sull'avarizia? "Si radica razzismo che favorisce fenomeni più gravi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento