Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca San Nicandro Garganico

San Nicandro Garganico, sventarono rapina a blindato: premiati tre carabinieri

Premiati D'Anello Michele, Colella Dino e Lanza Pietro. "Chiaro esempio di elette virtù militari e altissimo senso del dovere". L'assalto il 2 settembre 2011

In occasione della cerimonia ufficiale del bicentenario dalla fondazione dell'Arma dei Carabinieri tenutasi a Napoli sono stati premiati i tre carabinieri che sventarono la rapina ad un furgone portavalori nel settembre del 2011. Quella mattina, nella nota località "Tufara", un commando di dieci malviventi a volto coperto aveva allestito una rapina ai danni di un blindato, diretto all'ufficio postale della città, che sembrava studiato nei minimi particolari.

La banda di criminali armati di kalashnikov e fucili avevano fatto predisporre, con l'uso della forza, un furgone e un camion betoniera di traverso sulla carreggiata in modo tale da bloccare tra loro il portavalori e poter così agire indisturbati. Mentre alcuni di loro operavano indisturbati sul blindato muniti di fiamma ossidrica altri componenti della banda si fecero consegnare chiavi e cellulari da tutti gli automobilisti in coda.

Gli autori della tentata rapina non hanno tenuto in conto che, fortunatamente, tra le persone bloccate in coda ci fosse un carabiniere in viaggio con la sua famiglia, il quale senza esitare ha contattato i colleghi della stazione di San Nicandro sollecitando ad un rapido intervento. Giunta sul posto la pattuglia sono stati accolti da una raffica di fuoco esplosa dai malviventi. I due militari di pattuglia più il terzo aggiunto ha risposto prontamente all'offensiva riuscendo a mettere in fuga l'intera banda e sventare cosi la rapina che poteva avere dei risvolti cruenti.

Il gesto sicuramente notevole e quasi eroico dei Carabinieri era stato premiato con un encomio da parte delle istituzioni locali in occasione della festa delle forze armate del 4 novembre dello stesso anno. Doveroso era dunque un riconoscimento da parte della "Benemerita" per i loro militari e quando se non proprio nell'anno del compimento del bicentenario dalla fondazione dell'Arma dei Carabinieri.

Nella caserma di Napoli intitolata al vicebrigadiere ‘Salvo D'Acquisto’ si è svolta quindi, durante la celebrazione dell'evento, il conferimento della Medaglia di Bronzo al valore dell'Arma ai carabinieri Maresciallo A.S.U.P.S D'Anello Michele, in servizio presso il Nucleo Operativo della Compagnia di San Severo, al Maresciallo Capo Colella Dino, Comandante della Stazione di San Nicandro Garganico, e all'Appuntato Lanza Pietro in servizio presso il Nucleo Radiomobile di Nola, con la seguente motivazione:

"Con ferma determinazione, esemplare iniziativa ed eccezionale coraggio, non esitavano ad affrontare, unitamente ad altri militari, dieci malviventi che, armati di pistole e fucili, stavano perpetrando una rapina ai danni di un furgone portavalori. Fatto segno a proditoria e violenta azione di fuoco, replicavano con l'arma in dotazione, costringendo i rapinatori a desistere dal proposito criminoso e a darsi alla fuga. Chiaro esempio di elette virtù militari e altissimo senso del dovere. San Nicandro Garganico, 2 settembre 2011"

Ad insignirli è stato il  Generale di Corpo d'Armata e Comandante interregionale della Ogaden Franco Mottola, con la compiacenza del Presidente della giunta regionale Stefano Caldoro, del Sindaco di Napoli Luidi De Magistris e del cardinale Crescenzio Sepe.

Fonte: www.sannicandro.org

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicandro Garganico, sventarono rapina a blindato: premiati tre carabinieri

FoggiaToday è in caricamento