menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Spara al nipote per questioni di eredità, fermato dalla polizia Tommaso Cantatore

L'uomo è stato trovato a bordo della propria auto, dove nascondeva una pistola matricola abrasa calibro 9, completa di caricatore con 8 proiettili, e 52 proiettili di diverso calibro. 

Tutto è partito dalla contesa di alcune quote di un appartamento, ricevuto in eredità, insieme ad altri parenti, da un congiunto comune. Ed è da questi dissapori, scaturiti in controversie civilistiche ma anche minacce e denunce, che i rapporti tra zio e nipote si sono deteriorati. Fino al grave episodio dello scorso 29 agosto, quando in strada, in via Donato Menichella, l'uomo ha aperto il fuoco contro il nipote, che solo per un caso fortuito non è rimasto in alcun modo ferito.

Spari in via Menichella, le indagini della polizia

Per il fatto, all'esito di serrate indagini degli agenti della squadra mobile di Foggia, la polizia ha arrestato con l'accusa di tentato omicidio, porto illegale di arma e relativo munizionamento, il 57enne Tommaso Cantatore, con precedenti per maltrattamenti, lesioni, danneggiamento e stalking. In quell'occasione, l'uomo - che aveva già sulle spalle un divieto di avvicinamento ai familiari, a seguito di denuncia -  aveva esploso tre colpi di arma da fuoco all’indirizzo del nipote. Sul posto, infatti, la polizia ha repertorio due bossoli calibro 9, mentre una ogiva si è conficcata all’interno di un’autovettura parcheggiata nei pressi. Pertanto, sono scattate le indagini volte a rintracciare l'uomo, che sin da subito si era reso irreperibile, senza più fare ritorno presso la sua abitazione.

L'uomo trovato in auto, con pistola e munizioni

L’attività di ricerca, svolta senza soluzione di continuità in considerazione della estrema pericolosità del fuggitivo, che si temeva potesse mettere in atto ulteriori azioni intimidatorie nei confronti dei propri parenti, ha sortito esito positivo la scorsa notte, quando lo stessoè stato rintracciato da un equipaggio del reparto prevenzione crimine di Cosenza, in servizio straordinario di controllo del territorio, a bordo della propria auto, dove nascondeva una pistola matricola abrasa calibro 9, completa di caricatore con 8 proiettili, e 52 proiettili di diverso calibro. Sulla base di quanto emerso, Cantatore è stato sottoposto dalla Squadra Mobile, unitamente a personale del reparto prevenzione crimine di Cosenza, a fermo di polizia giudiziaria per il delitto di tentato omicidio, porto illegale di arma e relativo munizionamento.

DSC_0156-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento