Cronaca Cerignola

Picchia la convivente dopo un litigio, giungono i carabinieri e ne aggredisce uno con un calcio

Ancora un caso di maltrattamenti a Cerignola, dove i militari hanno arrestato un 44enne già noto alle Forze dell’ordine. L’uomo ha aggredito in strada la donna, al termine di un litigio; una volta giunti sul posto i carabinieri, si è scagliato contro un militare, prima di essere immobilizzato

I Carabinieri della Stazione di Cerignola hanno arrestato in flagranza un 44enne che nel corso di una lite avvenuta in strada con la sua convivente l’aveva aggredita fisicamente procurandole lesioni personali giudicate guaribili in cinque giorni dai sanitari del Pronto Soccorso dell'ospedale di Cerignola.

All’arrivo dei militari, che hanno subito raccolto le dichiarazioni della donna e di alcuni testimoni, ricostruendo poi anche altri episodi di aggressioni patite dalla vittima, il 44enne si è scagliato fisicamente contro un Carabiniere, colpendolo ad una gamba con un calcio, procurando anche a lui una lesione giudicata guaribile in cinque giorni.

Immobilizzato e identificato, il 44enne è stato accompagnato in caserma dove è stato dichiarato in stato di arresto per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. Per l'uomo, su disposizione della Procura della Repubblica, si sono aperte le porte del carcere di Foggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la convivente dopo un litigio, giungono i carabinieri e ne aggredisce uno con un calcio

FoggiaToday è in caricamento