Ruba merce sul posto di lavoro, per arrotondare lo stipendio: arrestato

A scoprirlo i poliziotti di Cerignola, che hanno arrestato un 37enne e denunciato un 35enne. Agli agenti avrebbero chiesto se nei giorni successivi si sarebbero potuti recare al lavoro

I prodotti asportati

Agli agenti che lo hanno fermato, perquisito e arrestato, si è detto dispiaciuto e pentito per aver pensato di arrotondare lo stipendio prelevando il materiale del magazzino dell’azienda di lavoro. Mario Ruggieri, 37enne di Cerignola finito ai domiciliari, in sede di udienza di convalida ha poi patteggiato la pena a 6 mesi di reclusione.

I prodotti per l’igiene personale e della casa rubati – all’insaputa dei titolari - probabilmente venivano rivenduti. Degli episodi erano stati avvisati gli uomini diretti dal vice questore Loreta Colasuonno, che avevano ricevuto segnalazioni di furti di materiale dell’azienda durante l’orario di lavoro.

Per questo motivo lunedì 12 gennaio i poliziotti hanno predisposto un apposito servizio di osservazione, individuando e sottoponendo a controllo il 37enne, fermato a bordo dell’autovettura di sua proprietà sottoposta a perquisizione. Gli agenti hanno trovato due pacchi di rasoi che il dipendente ha ammesso di aver prelevato dal luogo di lavoro. Una successiva perquisizione presso l’abitazione del reo, ha permesso agli uomini in divisa di trovare e sequestrare dell’altro materiale risultato rubato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella stessa giornata gli agenti hanno effettuato un sopralluogo presso l’abitazione dell’altro impiegato -  L.G. di anni 35 – al cui interno c’era altro materiale prelevato dall’azienda. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione. Nota simpatica di questa amara vicenda – sottolineano dal commissariato ofantino - corrisponde al fatto che entrambi avrebbero chiesto agli agenti se nei giorni successivi si sarebbero potuti recare al lavoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento