menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Deve scontare 6 anni di reclusione, viene beccato dai carabinieri in casa: arrestato

Si tratta di Domenico Cirulli, 49enne pluripregiudicato, irreperibile da oltre 20 giorni. E' riconosciuto colpevole di furto aggravato, ricettazione, evasione, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e violazioni della sorveglianza speciale

Da oltre venti giorni si era reso irreperibile Domenico Cirulli, 49enne pluripregiudicato di Cerignola, ovvero da quando dalla Procura della Repubblica di Foggia era stato emesso un ordine di carcerazione. Era attivamente ricercato, da allora, da tutte le Forze di polizia, soprattutto perché ritenuto essere pericoloso. Non a caso, fino al mese di dicembre, Cirulli era anche sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Cerignola.

Lo scorso sabato, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del nucleo operativo e radiomobile, supponendo che l’uomo, dopo i primi giorni, potesse essersene tranquillamente rientrato a casa, sono tornati a cercarlo proprio lì. Effettivamente, all’improvviso, al loro arrivo la porta di casa si è aperta e Cirulli ha tentato una disperata fuga a piedi. I militari, però, non si sono lasciati sorprendere e, dopo varie centinaia di metri di inseguimento a piedi, sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo, non senza avere una breve colluttazione. Per tale ragione è stato anche denunciato in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Dopo le formalità di rito, e dopo la notifica del provvedimento, Cirulli è stato rinchiuso nel carcere di Foggia, dove sconterà la pena di 6 anni e 4 mesi perché riconosciuto colpevole di furto aggravato, ricettazione, evasione, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e violazioni della sorveglianza speciale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Attualità

"L'antimafia non si fa così". A Foggia compleanno amaro della legge 109. "Senza visibilità per i beni confiscati, lo Stato ha vinto ma nessuno lo sa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento