Ragazza scippata sotto il portone di casa, ma ‘app’ dell’Iphone incastra malvivente: arrestato

La rapina del telefono cellulare è avvenuta in via Sant’Alfonso de Liguori, la polizia ha rintracciato il 19enne del Senegal tramite l’app ‘Cerca il mio Iphone’. Era sull’autobus per Borgo Mezzanone

Immagine d'archivio

Ieri sera nei pressi della stazione di Foggia, la Polizia di Stato ha tratto in arresto Bubu Iawoe, 19enne cittadino del Senegal, irregolare sul territorio nazionale, colto in flagranza di reato per furto con strappo. Alle 19.30 un equipaggio della Squadra Volante è intervenuto in via Sant'Alfonso Dei Liguori in seguito alla segnalazione di uno scippo ai danni di una ragazza ventenne; arrivati tempestivamente sul posto, la vittima ha riferito che pochi istanti prima, mentre entrava nel portone della sua abitazione, era stata raggiunta alle spalle da un giovane di colore che le aveva strappato dalle mani il telefono cellulare modello Iphone ed era fuggito in direzione del cavalcavia di via Manfredonia.

Grazie anche all'applicazione ‘Cerca il mio iphone’, i poliziotti hanno constatato che il telefono asportato risultava acceso lungo via Manfredi in direzione della stazione. A quel punto sono state allertate le pattuglie presenti sul territorio, tra cui un equipaggio della Squadra Mobile del Gruppo Falchi già in zona per mirati servizi di prevenzione e repressione dei reati. Gli uomini in divisa, all'interno del Nodo Intermodale di piazza Vincenzo Russo, hanno individuato in sosta l'autobus diretto a Borgo Mezzanone, a bordo del quale è stata geolocalizzata la presenza dell'apparecchio asportato alla giovane vittima pochi minuti prima.

Saliti a bordo del mezzo pubblico, hanno notato subito in fondo un giovane che corrispondeva alla descrizione fornita dalla ragazza, che poi ha tentato invano di guadagnare l'uscita dalle porte posteriori dell’autobus ma è stato immediatamente bloccato. Il controllo e la perquisizione hanno consentito di rinvenire nella tasca destra del giubbotto il telefono celIulare rubato.

Il soggetto è stato associato presso la casa circondariale di via delle Casermette. Sono in corso indagini per accertare se l’uomo sia responsabile di qualche altro analogo episodio verificatosi in città nell’ultimo periodo. "L’odierno risultato è la diretta conseguenza della stringente attività dispiegata nel  Quartiere Ferrovia dalla Polizia di Stato e da tutte le Forze dell’ordine, così come su tutto il territorio del comune capoluogo. Sono continui i servizi di controllo del territorio, a mezzo di numerose pattuglie in tutto l’arco della giornata, diretti a prevenire e contrastare  i fenomeni di illegalità diffusa e ad implementare la percezione di sicurezza da parte del cittadino, specie quello residente della zona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento