Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Minorenni picchiati e derubati in villa comunale, arrestato aggressore

Gli agenti della Squadra Mobile stanno cercando di identificare i due complici dell'aggressione e della rapina subita dai due 16enni, derubati dei cellulari, di un Mp3 e delle chiavi di casa

Ha aggredito due minorenni di 16 anni, colpendoli con calci, pugni e lanci di pietre per rubare loro i telefoni cellulari, un mp3 e le chiavi di casa. E’ accaduto nella villa comunale di Foggia. Autore dell’aggressione Z.V., 20 anni, arrestato dagli agenti della squadra mobile con l’accusa di rapina in concorso.

Secondo gli inquirenti, infatti, avrebbe agito con la complicità di altri due ragazzi (questi ultimi, tuttavia, ancora da identificare) e potrebbero, insieme, far parte di una vera e propria banda di delinquenti che, negli ultimi tempi, si diverte a seminare il terrore tra i minorenni che si intrattengono la sera presso la villa comunale della città.

Ulteriori segnalazioni sono arrivate in merito, infatti, agli agenti della squadra mobile. Cosa che è accaduta puntualmente anche tre sere fa. I tre, dopo aver individuato le due vittime, li hanno aggrediti, picchiandoli, e rubando loro i due telefoni cellulari, un mp3 e le chiavi di casa. Quindi sono fuggiti.

La denuncia in Questura dei due 16enni ha permesso agli agenti di risalire e arrestare un primo aggressore.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenni picchiati e derubati in villa comunale, arrestato aggressore

FoggiaToday è in caricamento