Sorpresi a rubare in casa dai carabinieri, si lanciano dal secondo piano: arrestati

Si tratta di due giovanissimi incensurati. Si erano arrampicati lungo una grondaia fino a raggiungere il balcone di un appartamento in uno stabile in via Fraticelli, dove avevano razziato gioielli e contanti

I due arrestati

Giovanissimi e incensurati. Entrambi disoccupati e sconosciuti alle cronache locali. Si erano arrampicati lungo una grondaia fino a raggiungere il balcone di un appartamento al secondo piano di uno stabile in via Fraticelli, all’angolo con via Sbano, dove avevano razziato gioielli e contanti.

Tutto sembrava essere filato liscio, nonostante uno dei due giovani si era ferito una mano rompendo il vetro della porta-finestra. Ma, ad attenderli sotto l’appartamento appena svaligiato, hanno trovato i carabinieri. Per il fatto, i militari della compagnia di Foggia hanno arrestato nella flagranza di furto in abitazione i foggiani Nicola Romagno di 19 e Pietro Pepe di 21.

Il fatto è successo poco dopo le quattro del mattino, quando una segnalazione anonima è giunta al 112. Una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile si è precipitata in via Fraticelli, dove era stato segnalato il furto in atto in un appartamento al secondo piano. Un carabiniere è sceso dal mezzo, nascondendosi dietro una aiuola, l’altro ha effettuato con la macchina il giro del complesso residenziale.

All’improvviso, un giovane che si trovava all’esterno e fungeva evidentemente da “palo” ha raggiunto la base del palazzo, lanciando l’allarme: “I carabinieri, i carabinieri”. A quel punto, i due ladri che si trovavano all’interno dell’appartamento violato si sono catapultati dal balcone tentando di fuggire insieme al palo, proprio in direzione del carabiniere appostato dietro la siepe e raggiunto, nel frattempo, da altri militari in rinforzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo un breve inseguimento, i carabinieri hanno bloccato i due esecutori materiali del furto recuperando parte della refurtiva - circa 700 euro in gioielli e denaro contante – mentre il resto, contenuto in un sacchetto, è stato gettato via, forse in un tombino. I due giovani arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari presso le rispettive abitazioni. Dopo il fatto, sono stati allertati i proprietari dell’appartamento, in vacanza nella vicina Mattinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento