Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Via Giovanni Fraticelli

Sorpresi a rubare in casa dai carabinieri, si lanciano dal secondo piano: arrestati

Si tratta di due giovanissimi incensurati. Si erano arrampicati lungo una grondaia fino a raggiungere il balcone di un appartamento in uno stabile in via Fraticelli, dove avevano razziato gioielli e contanti

Giovanissimi e incensurati. Entrambi disoccupati e sconosciuti alle cronache locali. Si erano arrampicati lungo una grondaia fino a raggiungere il balcone di un appartamento al secondo piano di uno stabile in via Fraticelli, all’angolo con via Sbano, dove avevano razziato gioielli e contanti.

Tutto sembrava essere filato liscio, nonostante uno dei due giovani si era ferito una mano rompendo il vetro della porta-finestra. Ma, ad attenderli sotto l’appartamento appena svaligiato, hanno trovato i carabinieri. Per il fatto, i militari della compagnia di Foggia hanno arrestato nella flagranza di furto in abitazione i foggiani Nicola Romagno di 19 e Pietro Pepe di 21.

Il fatto è successo poco dopo le quattro del mattino, quando una segnalazione anonima è giunta al 112. Una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile si è precipitata in via Fraticelli, dove era stato segnalato il furto in atto in un appartamento al secondo piano. Un carabiniere è sceso dal mezzo, nascondendosi dietro una aiuola, l’altro ha effettuato con la macchina il giro del complesso residenziale.

All’improvviso, un giovane che si trovava all’esterno e fungeva evidentemente da “palo” ha raggiunto la base del palazzo, lanciando l’allarme: “I carabinieri, i carabinieri”. A quel punto, i due ladri che si trovavano all’interno dell’appartamento violato si sono catapultati dal balcone tentando di fuggire insieme al palo, proprio in direzione del carabiniere appostato dietro la siepe e raggiunto, nel frattempo, da altri militari in rinforzo.

Dopo un breve inseguimento, i carabinieri hanno bloccato i due esecutori materiali del furto recuperando parte della refurtiva - circa 700 euro in gioielli e denaro contante – mentre il resto, contenuto in un sacchetto, è stato gettato via, forse in un tombino. I due giovani arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari presso le rispettive abitazioni. Dopo il fatto, sono stati allertati i proprietari dell’appartamento, in vacanza nella vicina Mattinata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a rubare in casa dai carabinieri, si lanciano dal secondo piano: arrestati

FoggiaToday è in caricamento