Quattro foggiani "in trasferta" a Manfredonia per rubare auto: arrestati

Sgominata presunta banda specializzata nel furto di autovetture. Sono stati sorpresi in flagranza di reato - tentato furto in concorso - in via Generale De Finis

Gli attrezzi sequestrati

Sgominata presunta banda foggiana specializzata nel furto di autovetture, in trasferta a Manfredonia. Ieri sera, alle 20 e 30 circa, gli uomini del commissariato di Manfredonia, diretti da Agostino De Paolis, hanno sorpreso e arrestato in flagranza di reato quattro soggetti - Paolo Barbone di 43 anni, Domenico Gesualdo e Pietro Russo di 25, e Giuseppe Rondinella di 32, tutti foggiani - ritenuti responsabili dei reati di tentato furto aggravato in concorso, e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

I quattro sono stati sorpresi, “armati” di attrezzi da scasso professionali, in Via Generale de Finis e lungo la perpendicolare Via Michele Magno; qui avrebbero iniziato a “scegliere” tra le autovetture parcheggiate la migliore. La decisione è ricaduta su una Lancia Delta, “attaccata” da uno dei giovani con un martelletto rosso utilizzato per infrangere il deflettore posteriore. Disturbati da una passante, la banda ha deciso di abbandonare l’autovettura: i tre hanno raggiunto il quarto complice rimasto a bordo della propria autovettura, tentando di dileguarsi per le strade del centro sipontino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I protocolli adottati dal personale di polizia, però, hanno consentito di bloccare l’autovettura ed i suoi occupanti a circa 100 metri dal luogo del reato. La successiva perquisizione del veicolo ha permesso di recuperare una torcia, il martelletto usato per infrangere il deflettore e una centralina Bosch utilizzata per avviare le autovetture by-passando quella in dotazione all’auto stessa in quanto codificata. Gli accertamenti di polizia hanno accertato che tutti i soggetti, dichiarati in arresto e posti ai domiciliari, erano gravati da numerosi e specifici precedenti contro il patrimonio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Covid19, la Puglia si prepara all'ondata di ottobre: "Ospedali potenziati, regole severissime: sarà una campagna militare"

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento