Armi, droga e allacci abusivi: i carabinieri passano al setaccio il basso Tavoliere

Complessivamente, sono otto gli arresti: scoperti allacci abusivi alle reti Enel, Gas e Acquedotto Pugliese per un danno complessivo alla collettività di 120mila euro

Immagine di repertoio

Un servizio straordinario del territorio è stato messo a segno dai carabinieri, nel territorio del basso Tavoliere e dei Cinque Reali Siti: da Cerignola a Stornara, sono otto gli arresti messi a segno per furto, detenzione di stupefacenti e detenzione illegale e ricettazione di arma da fuoco

A Stornara, i militari hanno arrestato, in flagranza di reato, Leonardo Rano, ventiduenne originario di San Marco in Lamis, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. A conclusione di un servizio d’osservazione, controllo e pedinamento, i militari hanno eseguito una perquisizione d’iniziativa presso l’abitazione del giovane, dove hanno rinvenuto 12 grammi di hashish suddivisi in 26 dosi, 16 grammi di marijuana suddivisi in 28 dosi e vario materiale per il confezionamento della droga.

Sempre nella stessa cittadina, è stato arrestato Nicola Grandone, di 46 anni, accusato di furto aggravato, detenzione illegale e ricettazione di arma da fuoco. I militari hanno effettuato una perquisizione d’iniziativa presso l’abitazione del soggetto, che ha consentito di rinvenire e sequestrare una pistola cal. 38 Special marca Smith & Wesson con matricola abrasa, 21 cartucce dello stesso calibro e 14 cartucce cal. 12.

Nel corso dello stesso controllo si è appurato anche che lo stesso, al fine di procurarsi indebitamente energia elettrica, gas metano per uso domestico e riscaldamento nonché acqua, aveva predisposto illecitamente un pericoloso allaccio alla rete Enel, alla rete della società “2i Rete Gas” ed alla rete idrica Acquedotto Pugliese s.p.a, impossessandosi di energia elettrica per un valore complessivo di 50.000 € circa, 2.500 € circa di gas e di acqua potabile per un valore ancora in corso di quantificazione. Analogamente, sono state arrestate altre sei persone che hanno indebitamente sottratto energia elettrica per le proprie abitazioni per complessivi 70.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento