Cronaca

Esasperata, installa telecamere in strada per incastrare il suo stalker | VIDEO

L'uomo, un 46enne già arrestato per il medesimo reato ai danni della stessa donna, è stato raggiunto del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa emesso dal gip del Tribunale di Foggia

Esasperata da continui pedinamenti e appostamenti sotto casa, costretta a cambiare abitudini ed a vivere in uno stato di ansia continuo, perenne.

E’ quanto patito fino a pochi giorni fa da una donna foggiana perseguitata da un 46enne del posto che si è vista costretta ad installare delle telecamere a circuito chiuso nei pressi della propria abitazione, temendo seriamente per la propria incolumità.

Proprio quelle telecamere, infatti, hanno immortalato lo stalker nell’atto di danneggiare l’autovettura della donna di suonare in modo molesto - di notte e per lungo tempo - al campanello del citofono. Non era la prima volta che la malcapitata si trovava, suo malgrado, al centro delle attenzioni morbose del 46enne.

GUARDA IL VIDEO

Già in passato (era l’ottobre del 2010), infatti, lo stesso venne arrestato per fatti analoghi commessi ai danni della stessa donna negli anni 2009/2010. Ma per la vittima, nulla era cambiato: dall’inizio di quest’anno, infatti, nonostante la precedente sanzione penale, lo stalker era tornato a pedinare in svariate occasioni la donna, sia quando si recava al lavoro che durante il tempo libero, arrivando anche a strattonarla violentemente in strada.

A febbraio l’ennesima denuncia della donna che ha portato gli agenti della squadra mobile di Foggia ad eseguire l’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, emessa dal gip del tribunale di Foggia, per il reato di stalking e atti persecutori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esasperata, installa telecamere in strada per incastrare il suo stalker | VIDEO

FoggiaToday è in caricamento