Finalmente la verità sulla morte di Alessandro Ciavarrella

Alle 18 manifestazione di cordoglio per il secondo anniversario della scomparsa del ragazzo. Alle 19 la lettura della lettera con i nomi dei presunti assassino

Clima di febbrile attesa a Monte Sant’Angelo per la fiaccolata e la conferenza stampa organizzate dalla Penelope Onlus e dalla consulta provinciale degli studenti di Foggia, per ricordare Alessandro Ciavarella, il ragazzo scomparso l’11 gennaio 2009 in pieno centro.

A rendere l’evento ancor più angosciante e sotto alcuni punti di vista estremamente importante, è la conferenza stampa in programma alle 19, durante la quale verrà letta la lettera giunta all’associazione delle famiglie e degli amici delle persone scomparse durante le festività natalizia.

Il contenuto ha dell’incredibile perché sarebbero indicati i nomi dei presunti assassini e il movente. Indiscrezioni fanno pensare che si possa trattare di tre noti pregiudicati locali legati alla mafia garganica. “Sono un cittadino di Monte Sant’Angelo e dopo le trasmissioni di Quarto Grado vorrei rivelare la verità sul caso Ciavarrella”. Comincerebbe così la missiva anonima giudicata attendibile dal procuratore capo di Foggia Vincenzo Russo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento