"Foggia sarà determinante". Iaccarino non si candida alla Regionali ma sogna un futuro da sindaco: "Ci penso"

Sarebbe sollecitato da più parti, ma si promette soltanto al candidato presidente del centrodestra. E in molti credono che sia già concentrato sulle prossime elezioni amministrative dove punta allo scranno più alto

Leonardo Iaccarino con il padre Giacomo

Il presidente del Consiglio comunale di Foggia Leonardo Iaccarino non sarà candidato alle prossime elezioni regionali. In un primo momento era circolato anche il suo nome ma oggi lo dà per scontato (anche se evidentemente tanto scontato non era). "Il mio sostegno incondizionato andrà al candidato presidente Raffaele Fitto".

A tirarlo per la giacchetta sarebbero tanti candidati e partiti, memori dei suoi 3348 voti alle primarie del centrodestra. Indubbiamente un mister preferenze, risultato il più suffragato nella lista di Forza Italia alla Comunali, notoriamente è un trascinatore, animale da campagna elettorale. Eppure, sembra voler mantenere un profilo di imparzialità. "Non dirò chi sosterrò, chi ricopre un ruolo istituzionale importante non può schierarsi e confluire su un candidato".

Inevitabilmente finirà per sostenere un candidato, e non è detto sia del suo partito, ma nell'alveo del centrodestra. "Il mio compito è aiutare la coalizione. Sono tutti candidati all'altezza della sfida che ci attende, oltre ai soliti nomi eccellenti c'è una bella composizione delle liste".

È certo che Foggia sarà l'ago della bilancia. "La partita del centrodestra, è noto a tutti oramai, si gioca su Foggia - afferma Iaccarino -. Il capoluogo dauno sarà determinante per la vittoria del centrodestra. Il voto disgiunto deve essere il pericolo da scongiurare. L'invito è che tutti i candidati si sforzino di far votare in maniera omogenea: il candidato e il presidente devono essere della stessa coalizione".

Si vocifera che sia concentrato sulle prossime elezioni amministrative e che stia già lavorando alla sua candidatura a sindaco. "Ci penso - non smentisce - ma non distolgo la mia attenzione dal prestigioso ruolo che ricopro. Essere presidente del Consiglio della città capoluogo di provincia richiede impegno costante ed attenzione verso i problemi della comunità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Orgogliosamente proveniente dalla scuola di Lucio Tarquinio, sembra avere già un obiettivo fisso. Deus ex machina di questa impresa sarebbe il padre, il vero preparatore atletico, Giacomo Iaccarino (in foto), dirigente sindacale, consigliere di amministrazione di Cassa Edile di Capitanata, Formedil, ente di formazione, rimasto sempre dietro le quinte. È lui a smuovere le masse. E sarebbe proprio lui, anche oggi, a tirare la volata per una futura, probabile, candidatura a sindaco di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi nel Foggiano e tre focolai (circoscritti). In Puglia 20 contagiati e nessun morto

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Omicidio a Cerignola: almeno 11 colpi d'arma da fuoco, così è stato ucciso Cataldo Cirulli detto 'Dino Str'ppen'

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Coronavirus: aumentano i casi in Puglia, sono dieci di cui due in provincia di Foggia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento