rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022

L'on. Troiano alla conquista di Foggia: “Ha bisogno di un grande progetto politico”

Inaugurato oggi l’ufficio parlamentare dell’ex Cinquestelle. Presente anche il consigliere regionale Clemente

“Voglio scommettere su Foggia, perché se non riparte Foggia non riparte la Capitanata”. La deputata manfredoniana Francesca Troiano cambia strategia e il capoluogo dauno diventa il fulcro della sua rinnovata azione politica. Prende casa nella centralissima piazza Cesare Battisti, al civico 35. Ha inaugurato oggi la sua segreteria parlamentare, un luogo fisico dove intercettare le istanze provenienti da tutte le categorie. Aperta dal lunedì al sabato, in giornate dedicate diventerà Caf e Urp, sarà un ufficio parlamentare a contatto con il cittadino ma anche un ‘pensatoio’ dove “le migliori intelligenze della città e della provincia troveranno ascolto”.

La politica deve “ritornare ad avere il suo primato”, afferma la deputata Francesca Troiano. Da qui, costruisce il suo progetto politico assieme a un gruppo di professionisti e alle imprese, e sembra intenzionata anche a elaborare una “buona proposta per le amministrative”. Il suo motto è “competenze al primo posto”. La sfida è “sintetizzare una proposta politica che possa essere riformista, liberale e popolare”, stessa filosofia del fido collaboratore parlamentare Virgilio Caivano.

Abbandonati i Cinquestelle, è approdata nel Gruppo Misto alla Camera e, per ora, non è iscritta ad alcuna componente politica. “Ho individuato come famiglia politica Renew Europe, presidente Sandro Gozi, come famiglia italiana allo stato attuale non ho alcun tipo di riferimento”. Orfana di partito, immagina ‘Renew Italy’. Il contenitore politico appare ancora piuttosto liquido o comunque allo stato embrionale, è più chiaro cosa non sia: è una famiglia diversa da quelle del Pse e del Ppe che “raccolgono tutto e il contrario di tutto”.

L’onorevole Troiano si concentra sui programmi. “Siamo aperti a tutti coloro che vogliono dare una mano, a prescindere dalla provenienza”. Ed è qui per una ‘collaborazione’ anche il consigliere regionale Sergio Clemente, che dopo la scissione dei Popolari ha costituito insieme ai colleghi Sebastiano Leo e Mauro Vizzino il gruppo ‘Per la Puglia’. 

La deputata circostanzia meglio le ragioni del suo addio al Movimento che sui social le costa ancora un linciaggio ad ogni post: troppe “incongruità” e la frattura definitiva è arrivata quando il M5S non ha scelto di investire su Elisabetta Belloni come presidente della Repubblica. Del resto, aveva disobbedito all'indicazione sulla scheda bianca. Le sue proposte non avrebbero mai trovato spazio nei gruppi M5S, anche a livello locale. “Abbiamo probabilmente inteso la politica in maniera diversa”. Un altro ex, il deluso Michele Tomasulo, aggiungerà che “è mancata la presenza sul territorio”. A sentire lei, dal punto di vista del consenso, il Movimento è in caduta libera. Oggi sente di poter affermare che sono stati “presi e buttati in Parlamento senza strumenti”. E così, forse, giustifica anche certe mancanze che le addebita chi l'accusa di tradimento. Adesso, con un anno ancora davanti, sceglie di costruire una squadra, “fondamentale per un politico”.

Alcuni componenti erano già apparsi nella conferenza stampa del 14 aprile alla Camera, quando ha ufficializzato il passaggio al gruppo Misto. Prendono ‘un caffè con la parlamentare’ il commercialista Sergio Lombardi, in passato vicino ai Cinquestelle, il fratello e imprenditore Roberto Lombardi, l’avvocato Norma Furore, l’ex M5S Michele Tomasulo, l’imprenditore delle rinnovabili Antonio Cocco, l’ingegnere Marco Nicastro che sogna un campus per le startup a Orsara di Puglia, la wedding planner Marita Campanella, l’associazione Generazione Europa presieduta da Virginia Caivano, figlia di Virgilio Caivano, con Anna Maria De Martino dell’Unione dei Giovani Commercialisti di Foggia e Luca Lombardi. Le giovani energie, secondo i piani, dovrebbero imprimere una forza propulsiva al nuovo progetto politico.

“Mentre gli altri scappano, la parlamentare Francesca Troiano viene a Foggia, apre la sua segreteria parlamentare a disposizione della città, del territorio, della Capitanata, soprattutto delle giovani Partite Iva, delle imprese, di quelli che vogliono rischiare, dei laureati, del futuro di questo nostro amato territorio”, ha detto in apertura Virgilio Caivano, portavoce del Coordinamento dei Piccoli Comuni Italiani e ispiratore delle nuove mosse della parlamentare. “Foggia è una grande opportunità – ha detto - una grande risorsa da valorizzare e ha necessità di un grande progetto politico”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

L'on. Troiano alla conquista di Foggia: “Ha bisogno di un grande progetto politico”

FoggiaToday è in caricamento