Giovedì, 28 Ottobre 2021
Elezioni Politiche 2013

Come si vota

L'elettore ha a disposizione una sola scheda, che riproduce i contrassegni di tutte le liste presentate

Il sistema per l’elezione della Camera e quello per l’elezione del Senato prevedono disposizioni simili con riguardo all’espressione del voto e alle caratteristiche della scheda elettorale (D.P.R. 361/1957, artt. 4, comma 2, 31 e 58; D.Lgs. 533/1993, artt. 11, comma 3 e 14). L’elettore ha a disposizione una sola scheda, che riproduce i contrassegni di tutte le liste presentate. I contrassegni delle liste collegate in una coalizione sono riprodotti di seguito, in linea orizzontale, uno accanto all’altro, su un’unica riga.

L’ordine delle coalizioni e delle liste non collegate, nonché l’ordine dei contrassegni delle liste di ciascuna coalizione, sono stabiliti mediante sorteggio. Ogni contrassegno è riprodotto con il diametro di tre centimetri (D.P.R. 361/1957, art. 31, comma 210; D.Lgs. 533/1993, art. 11, comma 3). Ogni elettore dispone di un unico voto, che si esprime tracciando un solo segno, comunque apposto, nel rettangolo contenente il contrassegno della lista prescelta. Non è prevista l’espressione di più preferenze (D.P.R. 361/1957, art. 4; D.Lgs. 533/1993, art. 14). Sono vietati altri segni o indicazioni (D.P.R. 361/1957, art. 58, comma 2).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FoggiaToday è in caricamento