Come aprire un’azienda agricola a Foggia

Cos'è l'imprenditore agricolo e come fare per aprire un'azienda agricola. La guida completa

Sono sempre di più i giovani che decidono di intraprendere un'attività nel campo dell'agricoltura; ma aprire un'azienda agricola non è una cosa semplice perché bisogna informarsi su tutto ciò che serve: requisiti e documenti.

La prima cosa da fare è cercare un commercialista per capire quali saranno i costi e le procedure burocratiche; altre valutazioni andrebbero fatte sulla futura azienda, ossia quali devono essere le dimensioni, gli operai, il luogo sul quale operare, normative e molto altro ancora.

Per aprire un'azienda agricola bisogna avere una partita Iva, registrare la nuova attività presso la Camera di Commercio e aprire una posizione Inps o Inail.

Nel caso in cui si intenda avviare anche una vendita diretta di prodotti agricoli, sarà necessario richiedere un'autorizzazione sanitaria all'Asl. Requisito indispensabile è inoltre il titolo IAP (Imprenditore Agricolo Professionale) riconosciuto dalla Regione.

Caratteristiche dell'imprenditore agricolo

L'imprenditore agricolo professionale deve avere le seguenti caratteristiche:

  • deve essere titolare, contitolare, amministratore agricolo, coadiuvante familiare o lavoratore agricolo.
  • deve possedere un titolo di studi riguardante il settore agricolo, come una laurea in scienze agrarie, scienze forestali, veterinaria, scienza delle produzioni animali, scienze delle tecnologie alimentari. Può avere anche solo un diploma conseguito in un istituto tecnico agrario, oppure può possedere semplicemente un attestato di frequenza a dei corsi di formazione professionale agricola, o ancora almeno tre anni di esperienza presso un’azienda agricola
  • dedica almeno la metà delle proprie ore di lavoro all’attività agricola
  • le ore di lavoro devono corrispondere ad almeno il 50% delle sue entrate complessive

Agevolazioni

Per avviare un’attività agricola vi sono delle agevolazioni per gli under 40, perché si tratta di un genere di imprenditoria che risulta soggetta a diversi tipi di sgravi fiscali

Infatti, ad esempio, con la legge di bilancio del 2016 furono abolite le tasse IMU e IRAP per quanto riguarda l'agricoltura; e l’anno successivo, invece, venne eliminata l’imposta IRPEF.

Ma non è tutto, perché la manovra finanziaria del 2020 ha confermato il bonus agricoltori, valido sia per i giovani agricoltori sia per i giovani imprenditori agricoli, che permette di ottenere uno sgravio contributivo per 24 mesi.

Per poter beneficiare del bonus agricoltori occorre avere i seguenti requisiti:

  • essere un agricoltore autonomo iscritto all’INPS nel corso del 2020;
  • essere uno IAP di età inferiore ai 40 anni, oppure un coltivatore diretto con meno di 40 anni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento