'Scugnizza' al "Giordano": torna in scena a Foggia la celebre operetta di Costa e Lombardo

Due rappresentazioni – martedì 12 e mercoledì 13 settembre al Teatro Giordano di Foggia – porteranno in scena dopo lunghi anni l’operetta Scugnizza. Un’operetta dunque – libretto di Mario Costa e musiche di Carlo Lombardo – che era nel cuore della regista foggiana Maria Staffieri, che interpreta anche uno dei ruoli principali. A portarla in scena sarà la Nuova Compagnia Operetta Dauna, che fa capo alla Compagnia teatrale Enarché il cui presidente è Carlo Bonfitto.

Per la città di Foggia la messinscena di Scugnizza è una prima assoluta ed è il frutto del lungo e laborioso lavoro di regista, musicisti, attori, ballerini e tecnici, che vedrà la luce sul prestigioso palcoscenico del Teatro Giordano. Uno sforzo importante che l’intera compagnia ha voluto compiere per offrire al pubblico foggiano un’operetta che non viene portata in scena in Italia dagli anni Settanta.

Scugnizza è un’operetta tutta italiana dal gusto popolare e dalla sincera vena melodica, che presenta arie molto note (Era de maggio, Una rondine non fa primavera, Napoletana come canti tu per citarne solo alcune), coinvolgerà gli spettatori con le sue atmosfere magiche in cui realtà e fantasia si confondono.

Alcune note sui protagonisti: Yasko Fujii, giapponese di Hiroshima da molti anni trapiantata a Roma, è non solo cantante lirica, si cimenta infatti anche nel mondo della televisione e dello spettacolo. Nicola Cuocci (il Totò di Scugnizza) è invece tenore, originario di Ruvo di Puglia. Gli altri attori invece sono nomi e volti noti della Compagnia Enarché, che abitualmente si esibisce al Teatro Regio di Capitanata, palcoscenico dove è in programma la prossima – sarà la 17a - stagione teatrale.

La trama: La seconda guerra mondiale è finita da poco e a Napoli le truppe Usa sono tornate in patria; resta solo una guarnigione comandata dal colonnello Toby (Mimmo Mazza), un milionario prestato all’esercito che vive nella città partenopea con la figlia Gaby (Franca De Magistris). I segni della guerra si vedono, la miseria è tanta e Napoli non piace a Toby, che non vede l’ora di rientrare negli States. Il caso gli fa incontrare una giovane scugnizza dai tratti orientali (figlia un amore nippo-napoletano), Salomé (il soprano giapponese Yasko Fujii), che è stata cresciuta dalla zia Grazia (Maria Staffieri), che vuol sempre metter bocca sulle decisioni della nipote. La frequentazione con Salomé ammorbidisce il comandante americano, che perde la testa per la bella ragazza. Non ha fatto i conti però con la gioventù di un altro scugnizzo, Totò (ne veste i panni il tenore Nicola Cuocci), innamorato anche lui di Salomé.

Va da sé che la vicenda si ingarbuglia fino allo scioglimento finale, è una favola antica ma sempre nuova, dove i sentimenti non passano mai di moda.

La storia presenta altri personaggi più o meno seri: l’inconcludente Chic (Amedeo De Paolis), due Pulcinella, ovvero Giustina Ruggiero e Marilena Salvatore, e O’Pazzariello (Franco Iozzino). Completano il cast giovanissimi scugnizzi e ballerini.

Scugnizze, scugnizzi e ballerini sono guidati dalla coreografa Giosi Rosiello, in collaborazione con Progetto Danza. Il coro polifonico Jubilate Deo e l’Orchestra dell’Accademia Musicale “Andrea Chenier” sono diretti dal M°Carmen Battiante, che ha curato le trascrizioni e le elaborazioni orchestrali. Lo spettacolo si avvale del patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia e della Fondazione Musicalia della Fondazione Monti Uniti di Foggia.

Nota Bene. I biglietti delle due messinscene di Scugnizza sono in vendita presso il Teatro Regio di Capitanata, on line sul sito www.bookingshow.it e presso le abituali rivendite della città di Foggia.

L’Associazione Operetta Dauna presenta

Scugnizza

Dall’operetta di M. Lombardo e M. Costa

Rifacimento del testo letterario in due tempi a cura di Maria Staffieri

Foggia, Teatro Umberto Giordano

Martedì 12 e mercoledì 13 settembre 2017

Regia di Maria Staffieri

Interpreti: Yasko Fujii, Franca De Magistris, Maria Staffieri, Nicola Cuocci, Amedeo De Paolis, Mimmo Mazza, Giustina Ruggiero, Franco Iozzino

Scenografie: Nicola Delli Carri e Maria Grazia De Rosa

Tecnico audio-luci: Andrea Longone

Costumi: Angela Infante

Foto: Alfonso delli Carri

Organizzazione generale: Carlo Bonfitto

Porta: h 20.30; n scena: h 21.00

Con cortese preghiera di pubblicazione e/o diffusione

Maria Cristina Sicilia - Telefono cellulare: 347/3010102

Addetta stampa Teatro Regio di Capitanata - Compagnia teatrale Enarché di Foggia

Info: Compagnia Enarché - Teatro Regio di Capitanata: 347/8381608

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Relax, giochi e buon cibo. Arrivano i Trawell-Weekend: due mesi di visite guidate esperienziali in Capitanata

    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • Lucera - Cagnano Varano - Foggia - San Severo - Bovino - Candela - Stornara -
  • Il gran trekking dei siti Unesco: un weekend tra storia e natura alla scoperta della Foresta Umbra e di Monte Sant'Angelo

    • dal 31 ottobre al 1 novembre 2020
  • Sviluppo turistico in Capitanata e i suoi borghi: un corso organizzato dai Lions club Monti Dauni meridionali

    • dal 6 novembre al 11 dicembre 2020
    • Online
  • A San Severi è tempo di 'AperiTrawellit'

    • 7 novembre 2020
    • Cattedrale di Santa Maria Assunta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FoggiaToday è in caricamento