E' di Vico del Gargano la paposcia più buona di tutte: a Giovanni Mastropaolo il titolo di Campione d'Italia

Il titolo di campione italiano promosso da ‘Upter’ gli è stato consegnato lo scorso 11 giugno, a Cerignola, nel corso del campionato italiano dedicato alle prelibatezze del Belpaese

Giovanni Mastropaolo, 34 anni, pizzaiolo di Vico del Gargano, fa questo mestiere da quando ne aveva 12. E’ lui a fare la paposcia più buona d’Italia. Il titolo di campione italiano promosso da ‘Upter’ gli è stato consegnato lo scorso 11 giugno, a Cerignola, nel corso del campionato italiano dedicato alle prelibatezze del Belpaese. Chef stellati, tecnici di importanti mulini italiani e istruttori pizzaiolo provenienti da più parti d’Italia hanno formato la giuria che ha valutato circa 60 partecipanti. Mastropaolo ha gareggiato nella sezione ‘Sapori del Sud’, categoria focaccia, aggiudicandosi il titolo di campione italiano presentando una paposcia con caciocavallo podolico, rape e salsiccia. Rigorosamente preparata con prodotti a km zero, olio compreso, prodotto dall’azienda Cusmai di Vico.

Titolare della pizzeria “La Patana” a Vico del Gargano, Mastropaolo aveva già partecipato al campionato europeo tenutosi a Lesina nel maggio 2016 classificandosi al secondo posto nella categoria ‘saltimbocca’ su trecento partecipanti alla gara provenienti da tutta Europa.

“Ringrazio tutti coloro che hanno creduto in me e mi hanno fatto sentire ancora più soddisfatto di ciò che ho ottenuto” scrive Mastropaolo su facebook. “Aver portato la nostra paposcia tipica con pecorino e olio di Vico del Gargano ai vertici dell'Italia è una cosa indescrivibile. Essere giudicati da chef stellati, tecnici di mulini molto importanti e professionisti del settore per me è una cosa bellissima”. “Questa vittoria – conclude- la dedico a voi che credete in me”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento