Giovedì, 21 Ottobre 2021
Eventi Manfredonia

Musica in Abbazia col progetto di valorizzazione del patrimonio curato dagli Apocrifi

Per due fine settimana la millenaria Abbazia di San Leonardo ospiterà 'Bottega degli Apocrifi in concerto' con l’orchestra dei Felici Pochi e 'Il Pastor Fido' di Chédeville

Sarà l’Abbazia di San Leonardo in Lama Volara di Siponto, il suggestivo complesso monastico del XII secolo che sorprende i viaggiatori che da settentrione puntano verso il Gargano, il teatro naturale della rassegna musicale “Bottega degli Apocrifi in concerto” in programma per due fine settimana.

Sabato 18 settembre alle ore 20.30 e domenica 19 alle 19.30 si terrà la Lezione concerto con l’Orchestra dei Felici Pochi, a cura del M° Fabio Trimigno, a chiusura del progetto 'L’anno che verrà', sostenuto dalla Regione Puglia attraverso il Teatro Pubblico Pugliese con la 'Programmazione Custodiamo la cultura in Puglia'. L’Orchestra dei Felici Pochi nasce da un inedito progetto musicale 'La casa della musica e dei ragazzi' ideato nel 2015 da Bottega degli Apocrifi e curato dal M° Trimigno, musicista, compositore e guida dei laboratori musicali. L’Orchestra, ispirata ai Felici Pochi di Elsa Morante, è oggi un organico permanente di circa 30 giovani musicisti, di età compresa tra i 6 e i 20 anni, che esplora le contaminazioni tra suoni e ritmi, in una scrittura e grammatica musicale alternativa. L’Orchestra degli F.P. questa volta prova a rimettere i passi nel percorso di esercitazioni orchestrali tra scherzi sonori e colori drammatici di Mozart, tra ironia e follia, tra desiderio e gelosia, non tralasciando letture e citazioni inaspettate di altri autori ed altri generi musicali.

L’appuntamento successivo sarà domenica 26 settembre alle 19.30, con 'Il Pastor Fido di Chédeville_cronaca musicale di un falso illustre', che vede l’elaborazione musicale (eseguita dagli stessi autori) a cura di Fabio Trimigno (violino, melodica, violino tromba), Michela Celozzi (violoncello) e Andrea Stuppiello (percussioni etniche).

Nel 1990, grazie al ritrovamento di una dichiarazione del 1749, si sciolse la catena di dubbi sull’origine dell’Opera 13, quel famoso 'Pastor Fido' che costituiva fino ad allora una delle più eseguite e favorite raccolte di sonate di Vivaldi. Si scoprì così che il prete e celebre compositore veneziano non aveva composto nessuna Opera 13. L’autore della raccolta era invece Nicolas Chédeville, virtuoso oboista, didatta, compositore e costruttore di musettes, cornamuse molto comuni in Francia. Gran parte delle sue opere erano destinate alla musette e la loro scrittura restava sempre legata alle esigenze dalla piccola zampogna. Nonostante la moda francese le avesse riqualificate, per molti critici, però, le musettes restavano uno strumento grossolano e maldestro. A Chédeville non parve vero far credere che un grande compositore come Vivaldi consacrava un’intera sua nuova opera alla musette: gli si apriva la possibilità di mettere a tacere i critici e guadagnare nuovi spazi artistici (ed economici) per i virtuosi dello strumento.

'Il Pastor Fido' è un appuntamento del Progetto TeatroAgorà, ideato da Bottega degli Apocrifi – socio del Distretto Puglia Creativa – e sostenuto da Regione Puglia tramite l’Avviso Custodiamo la cultura in Puglia - Misure di sviluppo per lo spettacolo e le attività culturali - 'Fsc 14-20: Patto per la Puglia'.

L'ingresso agli eventi è gratuito con prenotazione obbligatoria.

Info e prenotazioni presso il Teatro Comunale 'Lucio Dalla' via della Croce, da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00, tel. 0884.532829 – 335.244843, sabato solo al cellulare.

Tutte le attività si svolgeranno nel pieno rispetto delle regole per la sicurezza in materia di contenimento del Covid 19; per accedere agli eventi sarà necessario essere muniti di green pass.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica in Abbazia col progetto di valorizzazione del patrimonio curato dagli Apocrifi

FoggiaToday è in caricamento