Lunedì, 15 Luglio 2024
Mostre

'Tra caprici e sensualità', la prima mostra personale di Angelantonia Avvantaggiato in arte ''Undici'

Ha esposto in numerose collettive a livello regionale e nazionale nel corso dell’ultimo decennio, suscitando interesse e consensi. Durante gli anni di studio accademici, la sua sensibilità e la costante ricerca l’hanno condotta a interessarsi e ad affascinarsi al corpo umano, soprattutto quello femminile

Il 25 marzo ha inaugurato la sua prima mostra personale 'Tra capricci e sensualità' all'hotel Residenze Romano in via Arpi 68 a Foggia. Sarà possibile visitarla fino al primo aprile dalle 19 alle 23. "Le mie opere raccontano un po' del mio passato, presente e dell'ottimismo di un futuro migliore, la rappresentazione di simboli, sguardi e colori sono la ricerca di una espressione del mio mondo di essere donna. Spero di poter trasmettere queste emozioni anche voi" spiega Angelantonia Avvantaggiato, in arte 'Undici', 38enne di Foggia, dove tuttora vive e lavora.

La sua passione per il disegno si manifesta sin da piccola: gli esiti positivi riscontrati e il voler conoscere più approfonditamente tecniche e artisti, l’hanno portata a iscriversi all’Istituto d’arte di Foggia dove ha conseguito il diploma di maturità nel 2006. Mai sazia di conoscenza e sperimentazione, ha continuato il suo percorso artistico presso L’Accademia di Belle Arti di Foggia dove si è laureata nel 2014 con il massimo dei voti e la lode, in scultura.

Ha esposto in numerose collettive a livello regionale e nazionale nel corso dell’ultimo decennio, suscitando interesse e consensi. Durante gli anni di studio accademici, la sua sensibilità e la costante ricerca l’hanno condotta a interessarsi e ad affascinarsi al corpo umano, soprattutto quello femminile.

La presente esposizione è il risultato di questo suo percorso maturato negli anni, rappresenta il risveglio del proprio sé, attraverso la consapevolezza di una maturità artistica, fisica, del sentirsi donna, moglie e madre, mettendosi in gioco e raccontando se stessa in un velato susseguirsi di sensualità, malizia, erotismo, infantili capricci e dolce fragilità. Nella seducente ed energica serie di ritratti, l’Avvantaggiato riesce a coglier l’essenza stessa del soggetto in modo diretto, sensuale e avvincente.

Le pose mai banali, gli sguardi penetranti, i vestiti trasparenti, i piccoli vezzi simbolici, ci incuriosiscono, ci coinvolgono, ci seducono. Lei ci indica il percorso verso oscuri segreti, passioni ardenti, inconfessabili pensieri e guardinghe azioni, spetta a noi decidere se cedere o perseverare in vuoti stereotipi di passivismo riconducibili ad un abisso da contemplare inerti. L’utilizzo della pittura ad olio abbinata ad altre tecniche solo a lei note, taciute orgogliosamente, la rende una figura altamente interessante nel panorama artistico femminile attuale (il prof. Fabio Casiero).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Tra caprici e sensualità', la prima mostra personale di Angelantonia Avvantaggiato in arte ''Undici'
FoggiaToday è in caricamento