Mercoledì, 29 Settembre 2021
Eventi

Ferragosto a Foggia con Fiorella Mannoia, in un'ora tutto esaurito: in 800 si assicurano un posto in piazza

Le misure anti-contagio riducono drasticamente il pubblico del concertone della Festa Patronale. Oggi la corsa ai biglietti gratuiti finiti poco dopo l'apertura delle prenotazioni

Sono andati a ruba i biglietti gratuiti per Fiorella Mannoia in concerto a Foggia il 15 agosto: in un'ora è stato registrato il tutto esaurito. Erano solo 800 i posti a disposizione, a causa delle misure di contenimento del contagio da Covid19. Sono finiti in un battibaleno. Le prenotazioni sono state aperte alle 12 di oggi, 2 agosto, sulla piattaforma Eventbrite.

Si potrà accedere alla piazza solo mostrando biglietto, documento di identità e Green Pass. In alternativa alla certificazione verde, gli spettatori dovranno sottoporsi al tampone 48 ore prima dell'inizio del concerto, a meno che non siano guariti dal Covid da 6 mesi.

Si dovrà rimanere seduti al proprio posto con la mascherina indossata. I posti dovevano essere 1000, ma in Commissione di vigilanza Comune di Foggia, Vigili del Fuoco e Questura hanno concordato di ridurli per una maggiore sicurezza.

È una tappa del 'Padroni di niente tour'. Fiorella Mannoia, accompagnata dalla sua band (Diego Corradin alla batteria, Claudio Storniolo al pianoforte e alle tastiere, Luca Visigalli al basso, Max Rosati e Alessandro "Doc" De Crescenzo alle chitarre, e Carlo Di Francesco alle percussioni e alla direzione musicale di tutto lo spettacolo), interpreterà alcuni brani tratti dal suo ultimo album di inediti e le canzoni più amate del suo repertorio.

Il concerto era previsto il 15 agosto del 2020 ed era stato rinviato a causa dell'emergenza pandemica. Una determina dirigenziale data 27 febbraio 2020, a firma di Carlo Dicesare, approvava la realizzazione del concerto e impegnava la somma destinata al cachet, senza rivelare il nome dell'artista che si sarebbe esibita in Piazza Cavour in occasione della festività di Ferragosto concomitante con le celebrazioni della festa patronale della Madonna dei Sette Veli.

In premessa, il dirigente del Servizio Cultura (e Grandi Eventi) evidenziava come tradizionalmente al concerto organizzato dall'amministrazione comunale partecipasse "la quasi totalità la comunità cittadina".

Di lì a poco, però, non sarebbe più stato possibile riempire la piazza come un tempo e il mondo dello spettacolo si sarebbe fermato. Eppure, l'allora assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani, fino all'ultimo, aveva sperato di salvare il concertone. Il contratto con la Vurro concerti era stato approvato e sottoscritto con la determina dirigenziale. L'assessore ha continuato a interloquire con l'agenzia e ha acquisito la disponibilità a bloccare la stessa data dell'anno successivo.

Una volta caduta l'amministrazione comunale, l'ultima parola spettava al commissario straordinario Marilisa Magno. Non c'è stato niente da fare, invece, per il tradizionale concerto per la Pace del 22 luglio. È saltata l'esibizione di Gianna Nannini che è rimasta solo nei desiderata perché il cartellone del Foggia Estate, per quanto l'ex assessore ci avesse provato in extremis, non è mai arrivato in Giunta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto a Foggia con Fiorella Mannoia, in un'ora tutto esaurito: in 800 si assicurano un posto in piazza

FoggiaToday è in caricamento