Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così Potenza difende gli apricenesi dal contagio, posti di blocco in entrata e uscita: "Non vogliamo che entri il virus"

Ad Apricena la polizia locale controlla le auto in entrata e in uscita dalla città. Le dichiarazioni del sindaco Antonio Potenza: "Non vogliamo che qualche scellerato porti il Coronavirus ad Apricena"

 

Ad oggi Apricena non è tra i 19 comuni foggiani colpiti dal Coronavirus. Una ragione in più per il sindaco Antonio Potenza, per non mollare la presa. Per questo motivo il primo cittadino ha intensificato i controlli con posti di blocco della polizia locale in entrata e in uscita dalla città.

Non si nasconde il sindaco: "Non vogliamo che il virus entri e che qualche scellerato lo porti", ma ci tiene a sottolineare che la città non è chiusa. Semplicemente presidiata in ingresso e in uscita: "Basti pensare che questa mattina un cittadino di un altro comune ha inventato la scusa di venir a fare la spesa ad Apricena perché i negozi del suo comune erano chiusi". 

Una misura di controllo e di contenimento del contagio che ha riscontrato l'apprezzamento di gran parte degli apricenesi ma anche e soprattutto dei foggiani residenti in altri comuni. "La gente deve capire che deve stare a casa".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento