Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Visite al seno gratuite ma tre donne su quattro ignorano l'invito: scoperti tumori. L'appello: "Qui per salvarvi la vita"

Sono state 50 le donne che, questa mattina, si sono sottoposte a visita senologica ed ecografia gratuita presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza. La ‘maratona’ di visite di prevenzione è stata promossa dal comitato di Foggia dell’A.N.D.O.S. (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno) in collaborazione con i medici delle Unità di Senologia Diagnostica e Chirurgia Senologica dell’IRCCS di San Giovanni Rotondo.

 

Già tra le prime donne visitate, i medici e i tecnici hanno individuato un tumore di dimensioni importanti, a dimostrare - se ancora ce ne fosse bisogno - l’importanza della prevenzione. Una pratica, un’attitudine e un gesto d’amore verso sé stesse che, purtroppo, sembra appartenere a pochissime donne. Tra le oltre 10mila lettere inviate alle pazienti tra i 49 ed i 69 anni per aderire agli screening gratuiti promossi dalla Regione Puglia, solo il 25% delle interessate ha raccolto l’invito. In parole povere, 3 donne su 4 hanno ignorato l’invito. “Dobbiamo insegnare alle donne a rispondere alla famosa ‘letterina’ che arriva a casa”, spiega Betta Valleri, presidentessa del Comitato Andos di Foggia. “E’ questo l’appello che rivolgo a tutte le donne: abbiate fiducia verso la struttura pubblica. Ci salva la vita!”

Per una buona prevenzione, spiega Giuseppe Santangelo, radiologo senologo, IRCCS Casa Sollievo, “è importante che le donne imparino a valutare il seno, da sole, a casa. La cosiddetta ‘autopalpazione’: ovvero, valutare la simmetria delle mammelle, riconoscere eventuali retrazioni della cute e valutare secrezioni dal capezzolo o eventuali tumefazioni palpabili”. “La chirurgia senologica è profondamente cambiata, offrendo alle pazienti la possibilità di interventi molto meno invasivi che, anche quando comportano l’asportazione della mammella offrono contestualmente la ricostruzione immediata”, spiega Roberto Murgo, chirurgo coordinatore Breast Unit di Casa Sollievo. In questo modo, la paziente esce dalla sala operatoria già ricostruita, con importanti ricadute sul piano psicologico. Obiettivo della Chirurgia Senologica e della Breast Unit - conclude - è quello di accompagnare la paziente in tutto il percorso terapeutico, dal primo momento (generalmente quello chirugico) a quello successivo delle terapie mediche” | IL VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento