Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Iaccarino si è dimesso ma manca la firma davanti al segretario generale

Il sindaco di Foggia Franco Landella sostiene che si sia dimesso: "Agli atti ci sono le sue dimissioni, le ha protocollate a mezzo pec". 

 

Il caso Iaccarino sembra non essere del tutto superato da un punto di vista burocratico, tant'è che al netto delle intenzioni da lui manifestate anche a mezzo stampa, mancherebbe la firma davanti al segretario generale, passaggio necessario a che le dimissioni formalizzate via pec dal presidente del Consiglio comunale diventino effettive.

Altrimenti toccherà al Consiglio comunale, l'organo a cui compete la scelta della seconda carica istituzionale di Foggia, decidere il destino di Iaccarino. 

Nel caso in cui Iaccarino presentasse ufficialmente le dimissioni, la surroga dovrebbe avvenire nella prima seduta del Consiglio e non oltre il termine dei 20 giorni.

Il sindaco sostiene che si sia dimesso: "Agli atti ci sono le sue dimissioni, le ha protocollate a mezzo pec". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento