Yotam Silberstein Group apre il San Severo Winter jazz festival

Protagonista della prima serata e ad inaugurare la nuova location artistica dello Spazio Off sita in Via Angelo Fraccacreta - 37 [Palazzo De Petris] sarà Yotam Silberstein, vero e proprio talento della scena jazzistica contemporanea e da alcuni anni insostituibile chitarrista di John Patitucci.

Originario di Tel Aviv (da anni residente a New York), Silberstein è stato da subito riconosciuto come un prodigio della chitarra, tanto che nel 2005 è stato finalista al Thelonious Monk International Jazz Guitar Competition di Los Angeles. Per tale occasione, queste le parole di elogio scritte dalla famosa rivista “Jazz Times” :
Dal suo arrivo a New York nel 2005, il chitarrista israeliano Yotam Silberstein ha avuto un impatto sulla scena con le sue linee di precisione e le sue improvvisazioni fluttuanti".

Artisticamente e tecnicamente notevolmente dotato, appare già su decine di importanti progetti discografici e, nella sua attività live vanta collaborazioni con artisti del calibro di Dee Dee Bridgewater, Al Jarreau, Roy Hargrove, George Coleman, Christian McBride, David Sanborn, Marcus Miller, Paquito D’rivera, la Dizzy Gillespie All Star Big Band e tanti altri.

Sono sette le date del breve tour europeo di Yotam Silberstein Group per presentare il suo ultimo lavoro discografico “Infinity Memories”, cinque in Italia e San Severo rappresenta l’unica data per il centro sud Italia

Al suo fianco, tre musicisti di notevole spessore: il pianista, fisarmonicista e compositore brasiliano Vítor Gonçalves, carioca di adozione, dal 2012 residente a NYC. Ha condiviso il palco con maestri come Paulo Moura, Zé da Velha, Elza Soares, Emílio Santiago, Idriss Boudrioua, Dan Weiss, Thomas Morgan, Todd Neufeld ed altri ancora.

Al contrabbasso, il compositore greco Petros Klampanis, uno dei più interessanti talenti emersi in questo decennio in materia di musica improvvisata e che vanta una serie di collaborazioni con artisti e gruppi di fama mondiale come Snarky Puppy, Greg Osby, Jaques Morelenbaum, Shai Maestro, Gilad Hekselman, Ari Hoenig, Jean-Michel Pilc, Antonio Sanchez.

A chiudere il cerchio, il batterista di Tel Aviv Daniel Dor, una nuova voce importante nel mondo jazz di oggi diventato famoso nel trio del bassista Avishai Cohen. Ha suonato accanto a grandi della musica come Kurt Rosenwinkel, Noa, Billy Harper, Matisyahu, Robert Sadin, Diego Urcola, Daniel Zamir, Dorantes e molti altri.

Yotam sta sforgiando il suo percorso musicale con abilità e stile. Il tocco artistico innato ha affinato la sua arte con precisione, molto emotivo, lirico ma anche ritmicamente forte, finezza, i toni sono squisitamente di vecchia scuola ma il suo modo di suonare è fresco e infuocante. Tantissime le tournée come leader nei principali club e festival jazz in Europa, Giappone, Sud America, Asia e Stati Uniti, Umbria Jazz Festival e ricevere numerosi elogi per le sue esibizioni.

Secondo il New York Time"Yotam Silberstein improvvisa con un tono tagliente e scrive inediti brani originali che sembrano rimorchiare la tradizione jazz diretta in nuove direzioni."

La timoneria di questo versatile chitarrista gestisce un ampio spettro sonoro, tra cui musica brasiliana, ritmi sudamericani, world music, blues e bebop. Insieme fondono, senza sforzo, diverse culture musicali in perfetta sintonia jazz e particolarmente presenti in questo suo recentissimo album “ Future Memories “ . il sesto da leader e che presenterà al pubblico del San Severo Winter Jazz Festival.

Yotam ha applicato il suo talento anche alla composizione di musica per film e nel 2015 ha ricevuto il Sundance Time Warner Award per il punteggio cinematografico.

Future Memories mette in mostra un chitarrista che ha trovato la sua voce e non evita di usarla. L'ossimoro del titolo dell'album si riflette nella musica: il sapore malinconico del passato completa bene l'avventura futuristica e sembrare indipendente dal tempo.

Il modo di suonare di Silberstein è anche la testimonianza che la forma d'arte della chitarra jazz, portata alla vivida esistenza da Kenny Burrell, Wes Montgomery, Grant Green e molti altri, è viva e in evoluzione nelle mani di questo artista.

Antonio Tarantino
Direttore Artistico San Severo WJF
Presidente Associazione No-Profit “Amici Jazz San Severo”

Info e Prenotazioni:
348 04 22 174 – 342 10 38 402

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Lunatic@ agli archi

    • dal 20 febbraio al 16 aprile 2020
    • Agli Archi di Villa Maria
  • Anche a Foggia “Margherita per Airc“, un fiore per la ricerca

    • Gratis
    • dal 6 marzo al 25 aprile 2020
    • Garden Piccolo Giardino
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento