A Carpino la tredicesima edizione della Via Crucis Vivente

Tra le manifestazioni culturali e religiose previste per la Settimana Santa ci sarà, anche quest'anno, la Via Crucis Vivente, giunta alla sua VIII Edizione.
L’evento, organizzato dalla Pro Loco di Carpino in stretta collaborazione con l’intera comunità parrocchiale ed il Patrocinio del Comune di Carpino, si svolgerà martedì 16 aprile, a partire dalle ore 17:00. Il tutto comincerà presso Piazza del Popolo con l’entrata in Gerusalemme e lavanda dei piedi , proseguirà per Largo San Nicola con l’orto degli ulivi, poi ancora per Largo Castello dove sarà rappresentato l’incontro con Pilato e a seguire giro processionale, per le vie del paese, con finale in Piazza del Popolo con la Rappresentazione del Pianto della Madonna di Iacopone da Todi, lauda drammatica del XIV secolo, e crocifissione. Le vie principali e il centro storico di Carpino saranno lo scenario suggestivo entro il quale saranno rappresentati gli ultimi momenti della vita di Gesù: dall’ultima cena con i dodici apostoli alla risurrezione. Protagonisti saranno giovani e adulti della comunità che faranno così rivivere l’intreccio di sentimenti, incontri e azioni che caratterizzano le ultime ore della vita terrena di Cristo. E’ per questo motivo che intendiamo coinvolgere i fedeli che hanno accolto con notevole entusiasmo la possibilità di dare vita a un rito che consideriamo molto particolare. La suggestione si annuncia molto intensa ed è per tale ragione che auspichiamo che possano essere numerose le persone che ci verranno a trovare proprio perché incuriosite dall’iniziativa. La compenetrazione spirituale di questa rappresentazione è molto elevata soprattutto da parte dei figuranti che si immergeranno con grande attenzione nel ruolo che saranno chiamati ad interpretare.

“Dopo due millenni le voci e i volti di quei personaggi sono ancora vibranti e lucidi in quelli di tanta gente del nostro tempo. Cambiano i nomi, gli indirizzi, i vestiti, ma la storia è la stessa: c’è chi condanna Gesù, chi se ne lava le mani, chi lo guarda da lontano, chi lo rinnega, chi lo piange, chi lo incontra da vicino , chi gli pianta i chiodi nelle mani, chi gli trafigge il cuore…”

Ognuno di noi si può ritrovare, riconoscere, cercare. Gesù è il nostro fratello condannato a morire.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Religione, potrebbe interessarti

  • 'Fucacoste e cocce priatorje', a Orsara di Puglia il più grande "contro-Halloween" d'Italia

    • 1 novembre 2019
    • Centro

I più visti

  • Alessandro Casillo in concerto a Foggia, ospite della terza sagra del Pancotto della Pro Loco

    • solo domani
    • Gratis
    • 19 ottobre 2019
  • Ad Apricena va in scena la partita del cuore

    • solo domani
    • 19 ottobre 2019
    • MadrePietra Stadium
  • A Foggia la prima masterclass per assaggiatori di pizza

    • 22 ottobre 2019
    • Pizzeria Moreh
  • Ripartono le attività di animazione gratuite all’InfoPoint di Peschici

    • Gratis
    • dal 18 luglio al 26 ottobre 2019
    • Infopoint
Torna su
FoggiaToday è in caricamento