Marco Marsullo e la storia di una famiglia improvvisata. L'autore napoletano ospite alla Ubik

C’è Lui, che sta con Lei. E l’ama. C’è L’altro, che sbuca dal nulla perché ha avuto un figlio con Lei, anche se non l’ha mai visto quel figlio. E, comunque, l’ama. C’è quel figlio poi, affidato a Lui perché Lei è partita per inseguire i suoi sogni. E ha quattro anni e non “si fila” nessuno dei due, né Lui né l’Altro. Già, perché tutti e tre si ritrovano nella stessa casa, ma senza di Lei… Dopo aver fatto i conti con la sgangherata famiglia di I miei genitori non hanno figli (Einaudi, 2015), Marco Marsullo trascina i suoi lettori nel mondo, pieno di stupore, di una famiglia improvvisata: giovedì 7 novembre, alle ore 19, lo scrittore napoletano presenta il suo nuovissimo romanzo dal titolo L’anno in cui imparai a leggere (Einaudi, 2019), incontrando per la prima volta il pubblico della Ubik di Foggia. L’appuntamento con l’autore di Atletico Minaccia Football Club, suo amatissimo romanzo d’esordio, è il primo di una serie di eventi importanti in programma a novembre nella libreria di Piazza U. Giordano, in occasione del suo dodicesimo compleanno che cade proprio in questo mese. A conversare con Marco Marsullo, sarà la lettrice Chiara Gentile del gruppo di lettura PagineMie.

L’anno in cui imparai a leggere (Einaudi, ottobre 2019; pagine: 288). Niccolò ha venticinque anni ed è innamorato perso di Simona. Così quando lei, bella e inquieta, parte mollandogli suo figlio Lorenzo, lui decide di prendersene cura, sebbene quel moccioso di quattro anni non lo abbia mai accettato e di notte lo sbattesse puntualmente fuori dal letto. Niccolò non ha mai fatto il padre, e non sa come gestire capricci, routine, amichetti che giocano a fingersi d’improvviso morti e primi batticuori. In più, a complicare le cose, ci si mette anche il padre naturale. Riccioli scompigliati e chitarra in spalla, è arrivato dall’Argentina per incontrare il piccolo, e si è installato in casa senza alcuna intenzione di andarsene. Innamorati della stessa donna, lui e Niccolò si detestano, e il bambino non riconosce un ruolo a nessuno dei due. Eppure, giorno dopo giorno, tra litigi e partite a pallone, pigiama party e impreviste abitudini, questi tre «ragazzi» abbandonati imparano ad appoggiarsi l’uno all’altro, per sorreggersi insieme contro il mondo. “Camminavo per mano a quel bambino che non era figlio mio. Allora perché faceva così male?”.

Marco Marsullo. Nato a Napoli nel 1985. Ha esordito per Einaudi Stile Libero nel 2013 con Atletico Minaccia Football Club. Nel 2014, sempre per Einaudi Stile Libero, è uscito L'audace colpo dei quattro di Rete Maria che sfuggirono alle Miserabili Monache, nel 2015, I miei genitori non hanno figli, nel 2018, Due come loro e, nel 2019, L'anno in cui imparai a leggere. Insegna scrittura creativa in una scuola elementare della sua città. Il suo sito è www.marcomarsullo.com.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Sviluppo turistico in Capitanata e i suoi borghi: un corso organizzato dai Lions club Monti Dauni meridionali

    • dal 6 novembre al 11 dicembre 2020
    • Online
  • Adventourbox: il viaggio virtuale alla scoperta di San Severo

    • 19 dicembre 2020
    • San Severo
  • Adventourbox: visita virtuale a Cagnano Varano

    • 8 dicembre 2020
    • Cagnano Varano
  • A Foggia riapre la casa del Natale

    • Gratis
    • dal 6 al 24 dicembre 2020
    • La pera cocomerina animazioni
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento