"N’acque che macchje": al Teatro Regio di Capitanata torna in scena dopo 17 anni la commedia di Michele Norillo

Manca dalle scene da molti anni – per l’esattezza 17 – la commedia N’acque che macchje, scritta e diretta da Michele Norillo: un ritorno in grande stile, quasi una “prima” quindi quella in programma sabato 6 aprile al Teatro Regio di Capitanata - in via Guglielmi, 8a (c/o Chiesa Madonna del Rosario). La rappresentazione rientra nel cartellone della18a stagione teatrale dell’associazione Enarché, il cui presidente è Carlo Bonfitto.

“È una famiglia il centro dell’intera vicenda, una vicenda con vari personaggi, coppie collaudate e coppie che “scoppiano” – racconta il veterano Michele Norillo, autore regista e attore della messinscena. “La storia – continua Norillo – è ambientata negli anni Sessanta, e gli spettatori se ne accorgeranno dai costumi decisamente vintage, ma in effetti per le tematiche che tratta potrebbe essere tranquillamente trasposta ai giorni nostri o, perché no?, in un futuro prossimo. I personaggi che compongono questa famiglia sono le coppie formate da Achille (lo stesso Michele Norillo) e Margherita(Antonella Viggiano), Mafalda (Mirna Colecchia) e Alfredo (Giovanni Mancini). Osvaldo (Antonio Cappiello) è il figlio di Achille e Margherita, mentre Olga (ne veste i panni Cinzia Citarelli) ha il ruolo della cameriera.”

Una famiglia all’apparenza “classica” quella attorno a cui ruotano le vicende di N’acque che macchje ma, come è prevedibile e naturale, le cose non vanno sempre per il verso giusto, non sono tutte rose e fiori insomma… Le liti e gli equivoci, così come gli impicci e i tradimenti daranno pepe alla storia e ai personaggi, interpretati da un cast di spessore, all’interno del quale spiccano alcuni tra i nomi più noti e amati dal pubblico del Teatro Regio di Capitanata

I costumi sono curati da Angela Infante, mentre la scenografia questa volta è opera del presidente di Enarché Carlo Bonfitto; l’impianto audio e luci è curato come di consueto da Andrea Longone.

La commedia N’acque che macchje verrà replicata il 7-14-27 e 28 aprile; il 4-5-11- e 12 maggio prossimi.

Si ricorda che il 14 aprile, prima della messinscena, saliranno sul palcoscenico del Teatro Regio di Capitanata i rappresentanti del Gruppo Trekking Gargano Wunderland, che illustreranno al pubblico i loro progetti e le loro attività, che sono sempre mirati alla scoperta e alla conoscenza del territorio dauno: attività tutte immerse nella natura, in particolare nei tanti luoghi che il paesaggio e la storia geologica del Gargano (e non solo) offre ai suoi estimatori,  L’iniziativa rientra nel progetto Teatro Solidale, che la Compagnia Enarché presieduta da Carlo Bonfitto porta avanti da diversi anni, ospitando in teatro alcune realtà e associazioni di volontariato della Capitanata.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • 'Movimento', le opere di Giorgio e Silvia Rastelli al Mat di San Severo

    • fino a domani
    • dal 24 luglio al 24 ottobre 2020
    • MAT Museo dell’Alto Tavoliere
  • Relax, giochi e buon cibo. Arrivano i Trawell-Weekend: due mesi di visite guidate esperienziali in Capitanata

    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • Lucera - Cagnano Varano - Foggia - San Severo - Bovino - Candela - Stornara -
  • Ritornano le giornate Fai d'autunno: due weekend dedicati alla fondatrice Gilia Maria Crespi

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
  • Aperitrawellit Lucera: 2mila anni di storia tra le strade e i monumenti

    • solo domani
    • 24 ottobre 2020
    • Basilica cattedrale di Santa Maria dell'Assunta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FoggiaToday è in caricamento