Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel giorno del compleanno di Francesco, un giardino alla memoria della sorella Giovanna: "Forse segno del destino"

Giovanna Traiano fu vittima di femminicidio. Fu uccisa dall'ex marito il 21 febbraio del 2003. Oggi l'intitolazione dei giardini alla sua memoria, nel giorno in cui il fratello Francesco avrebbe compiuto 39 anni. Alfredo, figlio di Giovanna e nipote di Francesco: "Per tutte le donne che affrontano le paure"

 

Francesco Traiano oggi avrebbe compiuto 39 anni, nel giorno in cui Foggia ha dedicato una via alla sorella Giovanna assassinata il 21 febbraio 2003 nella canonica della chiesa Beata Maria Vergine dall'ex marito. "Forse sarà un segno del destino" il commento di Alfredo, figlio e nipote dei fratelli Giovanna e Francesco, quest'ultimo deceduto il 9 ottobre scorso dopo 23 giorni di agonia, per le gravissime ferite riportate nella violenta rapina del 17 settembre al bar 'Gocce di Caffè'. 

Questa mattina in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, i giardini ubicati tra piazza Scaramella e via Salvo D'Acquisto sono stati dedicati alla giovane donna vittima di femminicidio. "La memoria è difficile ucciderla" ha detto Alfredo durante la cerimonia ai giornalisti: "Questa targa è per tutte le donne che affrontano le paure".

Traiano ha esortato le donne vittime di violenza a reagire, a non piegarsi, a lottare, a denunciare: "Per la mia famiglia è un periodo difficile, abbiate il coraggio di reagire. Spero che mia madre sia esempio per tutti di lotta costante"

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento