Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Bruno e Salam, il camminatore che porta la pace nel mondo e l'asinello pellegrino sul Gargano: "Grazie per l'accoglienza"

"Grazie e buona vita". Ci saluta così Bruno Dias, il camminatore della pace di Lisbona partito insieme ad altri 13 viandanti da Santiago di Compostela e giunto in solitaria, dopo un percorso di 3900 km, nella città dei due conventi a San Marco in Lamis. 

 

Sfumato il tentativo di trascorrere la notte presso il Convento di San Matteo, ci hanno pensato prima i soci del Gruppo Nordic Walking & Trekking “Senza Cemento” e poi i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile, ad assicurargli un posto dove dormire e soprattutto a rifocillarlo. 

Un'accoglienza che il 36enne ex magazziniere e Salam, l'asinello pellegrino, hanno gradito molto. In cambio, Dias, ha portato un messaggio di speranza e di pace, oltre ad aver spiegato agli alunni delle scuole elementari il motivo del suo viaggio cominciato il 15 marzo 2017 direzione Terra Santa

Nelle prossime settimane si imbarcherà a Brindisi per l'Albania e percorrerà altrettanti chilometri passando per la Macedonia, la Grecia e la Turchia: tappa finale Gerusalemme. Unico dubbio, che il camminatore di pace scioglierà sul posto, se rischiare di passare per la Siria o imbarcarsi per Libano. 

Quando pensi di poter arrivare? "Al momento giusto", si gira, fa qualche metro e ci saluta. Bruno Dias e Salam, il camminatore e l'asinello in viaggio per la pace.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento