Ennesima bomba, la criminalità alza il tiro: vertice in Prefettura per quella "piaga che soffoca Foggia"

Terza bomba in pochi giorni a Foggia. Dopo Esteticamente e Asia, la scorsa notte è toccato ad Euronics. Oggi riunione del Comitato per l'Ordine Pubblico e la Sicurezza in Prefettura. Il commento del sindaco

Per il Villaggio Artigiani di Foggia e ancor più per chi investe in questa città, non c'è pace. La scorsa notte la malavita si è accanita contro l'ennesimo imprenditore, dopo la seconda bomba in pochi mesi fatta esplodere davanti all'ingresso di Esteticamente di Grazia Placentino, rivenditore di prodotti per la salute e la bellezza di via Lucera, e l'episodio di via Miranda ai danni dell'emporio Asia.

Questa volta è toccato a Matteo La Torre, proprio nella zona in cui erano stati denununciati (poi arrestati), due foggiani che minacciavano gli imprenditori e i commercianti di versare una quota di 5mila euro come "battesimo di fuoco" e una tassa fissa, il pizzo, di 500 euro mensili.

Questo il commento a caldo del sindaco Franco Landella: “L’ennesimo atto intimidatorio avvenuto questa notte conferma che la criminalità organizzata è tornata con prepotenza ad alzare il tiro delle sue minacce. I commercianti foggiani e tutti coloro che investono sul nostro territorio hanno il diritto di lavorare con serenità e tranquillità"

Nella riunione del Comitato per l'Ordine Pubblico e la Sicurezza già convocata oggi dal Prefetto di Foggia, Massimo Mariani, si è discusso anche di questa escalation preoccupante e delle azioni da mettere in campo per sconfiggere questa piaga che soffoca Foggia. 

"Ringrazio il Prefetto di Foggia, Massimo Mariani, il Questore Mario Della Cioppa, i vertici delle Forze dell’Ordine e tutti i partecipanti alla riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza tenutasi questa mattina. Il lavoro che lo Stato sta svolgendo nella nostra città e, più in generale, sull’intero territorio provinciale è straordinario, così come lo è l’attenzione che, assieme alla Magistratura, si sta riservando alla lotta ed al contrasto all’illegalità e alla criminalità organizzata.
L’escalation di attentati dinamitardi che si è registrata a Foggia in queste settimane non deve in alcun modo fiaccare la fiducia della nostra comunità nelle istituzioni. Proprio in questo momento la città deve essere ancor più unita nella battaglia contro la violenza della mafia e delle intimidazioni. I risultati delle operazioni realizzate nel recentissimo passato, penso su tutte a quella denominata ‘Decima Azione’, e gli arresti di questi ultimi giorni dimostrano che la delinquenza è all’angolo. L’appello alla collaborazione dei cittadini lanciato dal Procuratore Ludovico Vaccaro, al quale va il mio grazie e quello dell’intera città per la sua attività, è stato accolto positivamente e sta producendo risultati concreti. 
I colpi di coda di una criminalità in affanno e alle corde, dunque, non devono spaventarci. Oggi è stato confermato che l’impegno sul fronte della vigilanza e del presidio del territorio è altissimo e che la determinazione nella repressione di una delinquenza barbara e parassitaria continua senza sosta. 
Lo Stato sta vincendo. E ciascuno di noi ha il dovere di diffondere questo messaggio, sconfiggendo quella paura di cui si nutre voracemente la mafia”. 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento