Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lenta ripresa dei service audio dopo il lockdown: "C'è poco lavoro. Gli eventi estivi sono quasi tutti saltati"

Il post lockdown è il presente delle attività economiche. Tra queste i service audio per gli eventi in piazza che, come le altre attività cerca il modo per ripartire.

 

Durante la curva più bassa dei contagi, in Italia, l'economia ha ripreso il passo, ma con difficoltà, per l'esigenza di scongiurare ogni tipo di assembramento.

I concerti e gli eventi in piazza sono tra gli eventi a maggior rischio e quindi si evitano o si organizzano con le dovute cautele. A farne le spese, oltre agli artisti, sono i service audio che curano la parte tecnica dell'evento. Decine e decine di concerti sono saltati e con loro anche gli ingaggi alle imprese che se ne occupano tra cui, appunto, i service audio che, dopo lo stop di circa due mesi del lockdown, tentano la risalita. 

Abbiamo chiesto a Massimo Russo, titolare della Sps servizi per lo spettacolo, com'è stata, com'è e come sarà la realtà del suo settore merceologico. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento