Sabato, 31 Luglio 2021
Domotica

Bonus condizionatori: cos'è, come richiederlo e a chi spetta

Richiedere il bonus condizionatori significa poter usufruire di uno sconto pari al 50% sull'acquisto e la sostituzione del vecchio impianto

Il bonus condizionatori confermato nella legge di bilancio 2021 potrà essere richiesto, senza nessun limite ISEE, approfittando dello sconto tra 50% e 65% per l'acquisto di un condizionatore o climatizzatore, fino al 31 dicembre 2021.

Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta, a chi spetta e come richiederlo.

Come funziona il bonus

Il bonus è un’agevolazione fiscale che rientra in quelle del pacchetto bonus casa e viene erogato a coloro che decidono di acquistare o sostituire il vecchio condizionatore con uno a pompa di calore o a risparmio energetico. 

Si ha diritto a una detrazione del 50%, anche se non si effettuano lavori di ristrutturazione se:

  • Si installa un apparecchio appartenente alla classe energetica A+
  • Se si effettua una ristrutturazione edilizia e si acquista un nuovo apparecchio che accerta un effettivo risparmio energetico

La percentuale del bonus può arrivare fino al 65% nel caso in cui si decide di sostituire il vecchio apparecchio con un nuovo impianto a pompa di calore, appartenente ad una classe energetica superiore.

L’importo massimo detraibile è di 46.154 euro che viene suddiviso in 10 rate annuali di pari importo.

Chi può beneficiare del bonus

Possono beneficiare del bonus:

  • persone fisiche
  • Partite Iva
  • condomini
  • istituti autonomi per le case popolari
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • proprietari dell’immobile
  • locatori con regolare contratto di affitto
  • soggetti che hanno l'usufrutto o il comodato d'uso dell'immobile e sul quale sostengono le spese
  • familiare convivente del proprietario dell’immobile

Bonus condizionatori: come fare richiesta

Il bonus condizionatori può essere richiesto tramite il modello unico del 730 quando si compila la denuncia dei redditi oppure come sconto immediato, in entrambi i casi per ottenerlo, l’acquisto e l'installazione devono essere saldati utilizzando:

  • pagamento rateale tramite finanziamento
  • bonifico bancario ordinario o postale
  • bonifico parlante 

Superbonus 110%

Oltre al bonus del 50% e 65% si può ottenere un superbonus del 110% se si effettua la totale sostituzione del vecchio impianto di riscaldamento/raffreddamento a favore di un nuovo che grazie all’attestato di prestazione energetica (APE) certifichi il miglioramento di almeno due classi dell’edificio attraverso l’installazione di:

  • Impianti centralizzati per il riscaldamento o il raffrescamento a pompa di calore compresi gli impianti ibridi
  • Impianti geotermici anche abbinati a quelli fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo
  • Impianti di microgenerazione

Tutti questi interventi possono essere realizzati sia su parti comuni di edifici sia sugli edifici unifamiliari come ville e villette.

La detrazione si applicherà sulle spese documentate sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 su un importo massimo di 30 mila euro da ripartire in cinque quote annuali di pari importo.

Prodotti online

Climatizzatore con funzione di riscaldamento e raffreddamento

Climatizzatore fisso con sistema WiFi

Condizionatore a parete

Climatizzatore fisso Dual Split

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus condizionatori: cos'è, come richiederlo e a chi spetta

FoggiaToday è in caricamento