Addio nonna Peppa, storia e orgoglio della Capitanata: Devota di San Pio, "era dolce e amava cantare"

Maria Giuseppe Robucci è morta a Poggio Imperiale a 116 anni e 90 giorni. E' stata la donna più longeva d'Europa. Camera ardente, funerali e lutto cittadino nella città che nel 2015 le ha conferito l'onorificenza di sindaco onorario

Maria Giuseppa Robucci

Si svolgeranno domani alle 17 presso la Chiesa Madre di San Placido Martire i funerali di Maria Giuseppa Robucci, la nonna più longeva d'Europa di Poggio Imperiale deceduta a 116 anni e 90 giorni

"Una signora tranquilla, molto serena, dolce e simpatica". La ricorda così Alfonso D'Aloiso, il sindaco del piccolo comune foggiano che il 20 marzo del 1903 le ha dato i natali. "Le piaceva tanto cantare e portare il tempo con la mano" ha ricordato a FoggiaToday il primo cittadino. Con Nonna Peppa - ha poi aggiunto - "va via un pezzo importante della nostra storia, basti pensare che ha vissuto 116 anni dei 203 di Municipalità". 

"Il ricordo più bello che lega me e la nostra comunità a Maria Giuseppa è il conferimento dell'onorificenza di sindaco onorario con delibera di Consiglio comunale del 17 marzo 2015, che abbiamo festeggiato tre giorni dopo in occasione del suo 112esimo compleanno".

Questa mattina, per permettere ai cittadini di rendere omaggio alla nonna delle nonne foggiane, d'Italia e d'Europa, nell'aula consiliare del Comune di Poggio Imperiale è stata allestita la camera ardente. Domani, dalle 16 alle 19, in paese sarà lutto cittadino

Tra i primati conseguiti da Maria Giuseppa Robucci, anche quello di esser stata la terza persona più longeva di sempre nata in Italia (la quinta in Europa), dopo Emma Morano e Giuseppina Projetto.

Religiosa e devota di San Pio (che ha conosciuto), nella sua vita ha gestito il bar del paese con il marito Nicola Nargiso. Vedova dal 1982, ha avuto 5 figli, tre maschi e due femmine, tra cui suor Nicoletta delle Suore Sacramentine di Bergamo, che si è trasferita presso la casa di riposo di San Severo per accudire la madre, 9 nipoti e 16 pronipoti.

Maria Giuseppa Robucci, che nel 2003 al compimento dei 100 anni è stata invitata alla trasmissione su Rai Uno  La Vita in Diretta, in età molto avanzata ha avuto due ospedalizzazioni importanti, una nel 2014 quando a 111 anni è stata operata al femore che si era rotto dopo una brutta caduta e l'altra nel 2017 con un'operazione al seno, quando ai microfoni di FoggiaToday aveva spiazzato un po' tutti con quel suo "sto diventando vecchia".

Da qualche anno viveva con la figlia ad Apricrena. Oggi il sindaco Antonio Potenza e l’assessorato alle Politiche Sociali, l'hanno ricordata con un post su Facebook: "Donna semplice e mamma esemplare di cinque figli, è stata un punto cardinale e indispensabile per la storia del nostro paese . Maestra di vita e maestra di storia. Nonna Peppa ha racchiuso la storia di intere generazioni, di lotte, di conquiste, di tradizioni, di sapori e profumi del passato. Per tutta Apricena che l’ha conosciuta ed amata resterà sempre vivo il suo dolce e prezioso ricordo"

Mangiare poco e sano, mai un bicchiere di vino e mai una sigaretta in bocca, è stato il segreto della sua longevità

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento