San Francesco: la piazza insicura “dove si beve e si fanno i bisogni”

Il comitato ha raccolto e consegnato le firme a istituzioni e forze dell'ordine. Residenti e commercianti preoccupati per lo stato di degrado in cui versano la piazza e la zona

Piazza San Francesco

Una raccolta firme tra commercianti e residenti per scongiurare il pericolo che Piazza San Francesco d’Assisi sprofondi nel degrado più assoluto. C’è un comitato costituitosi da alcune settimane che denuncia lo stato di malessere in cui vivrebbero gli abitanti del quartiere, i quali – secondo Aiezza - “si sentono completamente dimenticati ed abbandonati dalle istituzioni e percepiscono una sensazione di insicurezza”.

PETIZIONE - La petizione proposta ai residenti è stata portata all’attenzione delle istituzioni e mira ad ottenere alcuni interventi urgenti idonei a rendere vivibile e sicura l’area. Le firme raccolte sono state consegnate presso il Comune di Foggia, il Comando della Polizia Municipale, la Questura di Foggia, la Prefettura di Foggia ed il Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia.

COMUNE - Alle Istituzioni Comunali si richiede la pulizia della Piazza, la bonifica dei giardini, la messa funzione della fontana e un aumento dell’illuminazione. La piazza “è ricettacolo di rifiuti e la fontana non funzionante ormai da tempo contribuisce a renderla arida, privandola soprattutto del suo simbolo cardine, per la valenza sociale e religiosa che assume in quel contesto”.

FORZE DELL’ORDINE – Alle Forze dell’Ordine si richiedono quotidiani, e costanti controlli. La situazione in cui vivono i residenti ed i commercianti di Piazza San Francesco, infatti, è di costante timore, tanto più nelle ore serali della giornata. “Ciò è dovuto alla presenza di soggetti, comunitari ed extracomunitari, che utilizzano l’area come un vero e proprio dormitorio, utilizzato tanto per mangiare, quanto per dormire e per fare i proprio bisogni”

LAMENTELE – I promotori del comitato denunciano presunte molestie che “i soggetti che abitano la piazza pongono in essere a passanti e residenti, il più delle volte, a causa del costante stato di ebbrezza”. Nella zona, inoltre, “si sarebbe verificato un notevole aumento di furti nella abitazioni, di automobili, oltre a episodi delinquenziali di altro genere contro la persona e il patrimonio”

PRIMA CIRCOSCRIZIONE - “Controlli quotidiani e costanti potrebbero consentire loro, la possibilità di prendere contezza di episodi delinquenziali quali lo spaccio di sostanze stupefacenti o ancora la presenza irregolare di stranieri sul territorio italiano, oltre ad altre tipologie di delitti e contravvenzioni inerenti la pubblica incolumità ed il pubblico decoro” tuona Aiezza.

Va evidenziata la condivisione di intenti mostrata dal Presidente della Prima Circoscrizione, Antonio Tannoia, il quale si è  concretamente impegnato per consentire la riparazione dei lampioni della Piazza non funzionanti, permettendo così al Comitato il raggiungimento di uno degli obiettivi proposti con la sua costituzione, e soprattutto ridando luce alla zona. E’ bene sottolineare, inoltre, che il Presidente Tannoia già alcuni mesi fa avanzò istanza al Comune ed all’Amica per richiedere interventi urgenti per la bonifica dei giardini, la disinfestazione e la pulizia della Piazza, non ottenendo però alcun concreto riscontro.  L’auspicio è che oggi, unendo le forze, le Istituzione possano rendersi conto dell’entità della questione e di come essa è fortemente avvertita dai cittadini, e da essi vissuta con profondo disagio” conclude l’esponente del comitato.

Ne frattempo i tecnici comunali hanno ripristinato l’illuminazione pubblica della piazza. La soluzione dopo due settimane di ispezioni dell’impianto alla ricerca di una dispersione di energia elettrica registrata dalle apparecchiature, che si è scoperto essere stata provocata dal taglio di alcuni cavi ad opera di ignoti. Ciò ha consentito anche l’efficace sostituzione delle 6 lampade fulminate.

 

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento