Foggia, buona la prima. Allo Zaccheria, Martina piegato 3-2

Iemmello bagna il debutto con la prima rete in maglia rossonera al 15' del primo tempo. Dieci minuti dopo, arriva il raddoppio di Agnelli, seguito dall'immediata rete di Pellecchia. Cavallaro al 2' della ripresa ristabilisce il doppio vantaggio, prima del rigore di Montalto al 19'

Capitan Agnelli festeggia la rete del 2-0

Con qualche piccola sofferenza, il Foggia riesce a piegare il Martina nella prima di campionato allo Zaccheria. Una vittoria che dà morale, e cancella subito il segno meno in classifica. Un buon Foggia, soprattutto nel primo tempo, che ha messo a segno tre reti di pregevole fattura, e che ha mostrato a tratti buone idee, e bel calcio. E per qualche giorno possono essere accantonati gli errori difensivi, e la sofferenza palesata in alcune fasi della partita. Per colmare certe lacune, c'è sempre tempo. 

GIGLIOTTI C'E' - Arriva il transfer da Badalona, Gigliotti c’è e parte titolare accanto a Loiacono. E’ lo stesso Foggia di domenica scorsa, eccezion fatta per D’Allocco, che De Zerbi e Brescia preferiscono a Bollino, come esterno destro nel terzetto offensivo. Il tema tattico è quello previsto: Foggia che fa la partita, e Martina che tiene le linee molto compatte, cercando di sfruttare le incursioni degli esterni Carretta e Arcidiacono.

La corsia destra è croce e delizia della formazione rossonera. Sulla destra D’Allocco ruba palla e si inventa un delizioso cross d’esterno che Iemmello traduce nel suo primo gol in maglia rossonera. E’ passato un quarto d’ora. Sempre sulla destra, il Martina fa male: Bencivenga spesso viene preso in mezzo non godendo del pieno appoggio di Agnelli e D’Allocco. E’ proprio la difesa il punto debole di questo Foggia di inizio stagione. Se presa in velocità, la squadra sbanda, come in occasione della traversa colpita da De Giorgi al 20. Quando però il Foggia attacca, sfruttando gli spazi che anche il Martina lascia quando si propone, fa male. Al 25’ è il capitano a trovare il primo sigillo, inserendosi bene centralmente al termine di un’elaborata azione, costruita da Iemmello e perfezionata dall’assist di Cavallaro. Il sinistro violento del capitano trafigge Bleve e fa impazzire lo Zaccheria. Dura poco però, perché un minuto dopo sempre sulla corsia destra del Foggia, il Martina costruisce l’azione che porta al gol di Pellecchia, bravo a deviare sotto porta beffando l’incolpevole Narciso. E’ una bella partita, il Foggia piace soprattutto dalla cintola in su, dove Iemmello già dimostra un’eccellente condizione, e fa un gran lavoro di raccordo e sponda. Giù di tono Gerbo, che si limita a giocate scolastiche, più preoccupato di mantenere la posizione, lasciando ad Agnelli il compito di appoggiare la manovra d’attacco.

SECONDO TEMPO – Il gol del Foggia, che arriva al 2’, è frutto di una bella azione tutta di prima. Bencivenga arriva al cross dopo un doppio triangolo con Agnelli, la deviazione vincente di Cavallaro giunge dopo un batti e ribatti insistito. Il gol tranquillizza i rossoneri, che possono nuovamente provare a gestire il match. Durerà poco più di un quarto d’ora, perché al 17’ Montalto si procura un penalty (fallo di Loiacono) sugli sviluppi di un controverso corner concesso dall’arbitro e non dal primo assistente (assai più vicino all’azione). Lo stesso Montalto realizzerà il gol che riapre l’incontro e tiene in apprensione lo stadio per un’altra mezz’ora. Per la verità, a parte una punizione dello stesso Montalto, il Martina non creerà grossi grattacapi a Narciso, ma restano evidenti certi disagi, soprattutto sulle fulminee ripartenze degli ospiti, che evidenziano la lentezza di Quinto, e lo scarso filtro del centrocampo. Entrano Sainz Maza e Bollino per Gerbo e Cavallaro. Iemmello ha il tempo per sfiorare un altro grandissimo gol, prima di guadagnare la prima standing ovation della stagione. Il Foggia soffre ma vince, per ora va bene così.  

LE PAGELLE 

Tabellino

FOGGIA (4-3-3) Narciso; Bencivenga, Loiacono, Gigliotti, Agostinone; Agnelli, Quinto, Gerbo (26’st Sainz Maza); D’Allocco, Iemmello (43’st Leonetti), Cavallaro (38’st Bollino). A disposizione: Tarolli, Curcio, Grea, Martino. All. Brescia – De Zerbi

MARTINA (4-4-2) Bleve; De Giorgi, Samnick, Patti, Tomi (43’st Kalombo); Carretta, Diop (32’st Guadalupi), De Risio, Arcidiacono; Pellecchia (13’st Caruso), Montalto. A disposizione: Modesti, Caso, De Lucia, Ciampa. All. Ciullo

ARBITRO: Pasquale Boggi di Salerno

MARCATORI: 15’pt Iemmello (F), 25’pt Agnelli (F), 26’pt Pellecchia (M), 2’st Cavallaro (F), 17’st rig. Montalto (M)

AMMONITI: Narciso (F), Loiacono (F), Iemmello (F), Bollino (F), De Giorgi (M), Tomi (M), Montalto (M), Carretta (M) 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Sequestrati a Curci beni per 16 milioni, che il commercialista "che ha manifestato concreta pericolosità sociale" stava occultando

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento