Comunità in festa a Monteleone di Puglia: padre Valter Maria Arrigoni celebra i suoi 30 anni di sacerdozio

Dal 4 al 7 dicembre, sarà festa grande nella comunità parrocchiale “San Giovanni Battista” di Monteleone di Puglia che egli guida dallo scorso mese di aprile

padre Valter Maria Arrigoni

Padre Valter Maria Arrigoni da Lecco, il prossimo 7 dicembre celebrerà il suo trentesimo anniversario di sacerdozio. Sarà festa grande nella comunità parrocchiale “San Giovanni Battista” di Monteleone di Puglia che egli guida dallo scorso mese di aprile con entusiasmo e grande spirito di abnegazione.

La sua storia è ricca di esperienze, ciascuna delle quali ha lasciato un’impronta nel suo cuore e a sua volta in ognuna lui ha impresso un segno: quello di Gesù Via Verità e Vita che intende diffondere in ogni luogo. Dopo aver concluso il Liceo Classico a Lecco, Valter frequentò la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale a Milano (con prof. Moioli), poi fece esperienze tra i Passionisti, fu nella Diocesi di Acqui Terme, nella Diocesi di Vallo della Lucania frequentando la Facoltà Teologica dei santi Cirillo e Metodio e ricevette il Diaconato. Continuò gli studi di teologia con insegnanti di grande livello, tra cui il cardinale Scola e Dora Castenetto e fu ordinato a Foggia da monsignor Giuseppe Casale.

Dal 14 febbraio 2004 svolge la Professione perpetua di “Monaco diocesano” per conto dell’Arcivescovo Metropolita di Foggia-Bovino. Da oltre vent’anni insegna Sacra Scrittura: a Vallo della Lucania, Foggia, Vasto e Scutari. Ha tenuto a Tele Radio Padre Pio diverse trasmissioni, in particolare “Il padre risponde” nella quale è entrato in contatto con molte persone, con la loro vita, con le loro situazioni. Il libro Essere preghiera è il primo di una trilogia che ha per titolo “Ferito dalla bellezza-percorso di fede”. Scrive anche su diverse testate locali. Durante la Santa Messa delle ore 18,00 martedì, mercoledì e giovedì, padre Valter terrà delle riflessioni unitamente a don Mimmo Mucciarone, a Sua Eccellenza Ciro Fanelli, Vescovo di Melfi – Rapolla – Venosa e a Don Rocco Coppolella rettore del Seminario di Lucera, sulla difficile, impegnativa ma affascinante professione di prete, un ministro di culto, un uomo di preghiera, un uomo chiamato da Dio.

Padre Valter afferma da sempre che il ‘monaco’ deve porsi come motivo di richiamo, come punto di riferimento: deve mettere in pratica ciò che dice papa Francesco, cioè ‘scendere nelle periferie’ e ‘far emergere la bellezza di Gesù, il volto paterno del Padre, la sua misericordia, il suo perdono, la possibilità di ricostruire una vita nuova con l’intercessione di Maria’. La preghiera a detta di padre Valter è il tempo ed il luogo della verità e della chiarezza su noi stessi e sulla nostra vita. La preghiera vera, quella che ci insegna Gesù è chiedere a Dio, al Padre, “sia fatta la tua volontà”.

Solo nel realizzare la volontà di Dio troviamo la vera felicità che consiste nel senso della vita. La quattro giorni di festa in onore di Padre Valter si concluderà venerdì 7 dicembre, giorno in cui la Chiesa celebra il suo Dottore Sant’Ambrogio. Dopo la Santa Messa delle ore 11,00 seguirà un momento conviviale. La comunità parrocchiale ringrazia il Signore per aver incontrato in momento in cui la fede, la carità e la speranza latitano a 360°, un bravo monaco, un uomo che da conforto, un uomo che ascolta, un uomo che sa parlare ai credenti e soprattutto una sapiente guida spirituale come padre Valter. Che il Signore benedica il suo ministero e le dia il giusto entusiasmo per continuare a percorrere questo cammino a servizio degli altri ed essere strumento nelle mani del Signore per far conoscere il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Un parto inaspettato in casa e un bimbo salvo per miracolo: così gli angeli del 118 e "quella mano di Dio" fanno nascere Gerardo

  • Cronaca

    Colpi di pistola contro l'auto di don Coluccia, il prete che si batte contro le mafie e quella "spietata e pericolosa" del Gargano

  • Economia

    Ma quale risalita, Foggia sprofonda: è penultima nella classifica sulla Qualità della Vita

  • Cronaca

    La malavita si fa sentire, a fuoco il centro di raccolta rifiuti a Monte Sant'Angelo. Il sindaco: "Mafia cancro che ci divorerà"

I più letti della settimana

  • Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Tragedia sui binari: operaio foggiano investito e ucciso da un treno

  • Tifoso della Cremonese in viaggio verso Foggia, muore colpito da un malore: tragedia nei pressi di San Severo

  • Automobilisti rapinati e sangue sulla Statale 16: è caccia ai delinquenti che seminano il terrore nel Cerignolano

  • Attimi di paura in un bar di via Nedo Nadi: rapinatore armato va via col malloppo sparando due colpi a salve

  • Muore prima di giungere allo stadio, Foggia omaggia Federico. La Cremonese: “Grazie di cuore”

Torna su
FoggiaToday è in caricamento