La suggestiva 'Fontana' di Alberona, un tempo luogo di sosta per i viaggiatori e per la muta dei cavalli

La Fontana Muta di Alberona è un monumento del XIX secolo di grande valore artistico e culturale

La fontana muta di Alberona

Alberona è un piccolo comune in provincia di Foggia che fa parte dei Monti Dauni. Il borgo di origine medievale è uno dei più belli e caratteristici di tutta Italia.

Secondo la leggenda, il nome del paese nacque quando intorno all'anno 1000 alcune famiglie calabresi giunte in zona avrebbero trovato riparo nel cavo di un enorme albero, da qui appunto il nome Alberona. Situato a circa 700 metri di altitudine, il piccolo comune del Subappennino dauno è circondato da un paesaggio montano incantevole e suggestivo fatto di boschi e valllate. E' conosciuto anche come “paese dell’acqua” perché è caratterizzato da tante e diverse sorgenti nei dintorni.

Cosa non perdere ad Alberona? Certamente la Fontana Muta. Datata XIX secolo e situata proprio all'ingresso del paese, deve il suo nome al fatto che, un tempo, era luogo di sosta per i viaggiatori e per la muta dei cavalli. Le due grandi vasche, ovvero gli "abbeveratoi" erano, appunto, destinati ai cavalli. 

Inoltre, nella piazza principale del paese il viaggiatore può ammirare la Chiesa di San Rocco e l'Antiquarium comunale, all'interno del quale sono custoditi reperti archeologici che vanno dal neolitico al medioevo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • Ultim'ora | Operazione 'Nettuno', 4 arresti nella Capitaneria di Porto di Manfredonia

  • 400 ulivi tagliati 'con le mani', amaro risveglio nei campi di Stornarella. La vittima: "Buon miserabile Natale anche a voi!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento