Il prete anti-racket don Aniello pone il sigillo, nasce il presidio di 'Ultimi' sul Gargano: "Salviamo il territorio!"

Le forze del territorio si sono unite, dietro la spinta del vice presidente nazionale Pietro Paolo Mascione, e hanno iniziato lavorare per la costituzione del presidio. "Il work in progress fa ben sperare, presto l'ufficialità"

don Aniello e Mascione

Il prete anti-racket don Aniello Manganiello mette il sigillo, manca poco alla nascita del presidio sul Gargano dell'associazione per la legalità “Ultimi”, nata a Scampìa.

Da Scampia la scossa ai foggiani degli "Ultimi" di don Aniello: "Riprendetevi il vostro territorio"

Ieri sera, a Manfredonia, l'ultimo incontro interlocutorio in merito al progetto che sta crescendo in Capitanata e, in particolare, sul Gargano. Un gruppo di persone, infatti, da tempo ha deciso che non si può più tacere e che bisogna fare qualcosa per 'salvare' il territorio. Così, le forze del territorio si sono unite, dietro la spinta del vice presidente nazionale di 'Ultimi', Pietro Paolo Mascione, e hanno iniziato lavorare per la costituzione del presidio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grande entusiasmo è stato espresso dai partecipanti e tante sono state le idee venute fuori dalla discussione. Il work in progress fa ben sperare e nelle prossime settimane ci sarà l’ufficializzazione del primo presidio del Gargano al quale, sicuramente se ne aggiungeranno altri: "il fermento è tanto e la gente vuole dare il proprio contributo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento